Ultimo aggiornamento alle 7:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

i nodi della politica

I tormenti della Lega in Calabria, autosospensioni di massa “senza se e senza ma”

Numerosi dirigenti e militanti sottoscrivono un documento fortemente critico contro la gestione del partito a livello nazionale e regionale

Pubblicato il: 14/08/2021 – 17:04
I tormenti della Lega in Calabria, autosospensioni di massa “senza se e senza ma”

CATANZARO Autosospensione “senza se e senza ma” di massa dalla Lega. In un documento – reso noto dal già vicesegretario regionale e segretario provinciale della Lega, Bernardo Spadafora (nella foto con il leader Salvini) – dirigenti e militanti del Carroccio, che si definiscono «l’anima e il cuore pulsante» del partito in Calabria, annunciano la decisione di autosospendersi in polemica con la gestione nazionale e regionale della Lega.

«Linea contraddittoria a Roma»

«Ci allontanano – scrivono gli orientamenti a livello di grandi temi di politica nazionale ed internazionale, dove la Lega ha abbandonato quell’anima sovranista e nazionalista che l’ha caratterizzata e che per questo aveva catalizzato, anche fra di noi, molteplici consensi. L’appoggio al Governo Draghi e soprattutto la paventata federazione con Forza Italia. Da ultimo le profonde contraddizioni, che hanno creato non poca confusione, della posizione ufficiale, peraltro non condivisa da molti parlamentari leghisti, sull’obbligatorietà o meno del Green Pass».

«In Calabria transfughi e lobbisti»

Quanto alla gestione della Lega in Calabria, secondo gli autosospesi «oggi si assiste a nomine di dirigenti a vario livello del partito, ma anche nomine in enti locali e aziende partecipate, sparpagliate, disorganiche che hanno un denominatore comune: allontanare e tenere al margine della gestione della Lega Calabria i fondatori, i militanti della prima ora, iscritti militanti in favore di persone transfughe da altri partiti, professionisti del lobbismo, personaggi di fama dubbia, fino ai volgari profittatori, anche in spregio allo statuto del partito che viene allegra- mente calpestato… La via che ci è stata tracciata, con il silenzio, l’assenza di dialogo, di apertura alle idee ed alle persone, purtroppo ci porta obbligatoriamente ad una scelta, ad una sofferta decisione: l’autosospensione di massa senza se e senza ma Sempre nel rispetto e dei ruoli e delle gerarchie, vogliamo chiudere tale documento con questo slogan: soldati sempre, sudditi mai».

I nomi degli autosospesi

A sottoscrivere il documento sono Spadafora Bernardo, tra i fondatori del partito in Calabria, già vicesegretario regionale e segretario provinciale di Cosenza per oltre 4 anni, e membro della segreteria politica regionale per circa due anni durante la gestione di Invernizzi; Piserà Antonio, consigliere comunale a Tropea, già coordinatore provinciale di Vibo Valentia; Rusciani Alessandro, già candidato sindaco al comune di Cassano Jonio e referente regionale per il tesseramento 2019 – 2020 con Invernizzi; Lamenza Paolo Maria, già segretario cittadino Rossano; Rizzo Gennaro, già candidato sindaco a Frascineto; Bonofiglio Gianfranco, giornalista e scrittore antimafia, già responsabile cittadino del capoluogo di Cosenza della Lega; Attadia Gemma, Mazza Saverio e Dattilo Francesca, nel 2019 candidati nella lista “Lega Salvini Premier”; Spina Nicolino, iscritto alla lega Calabria dalla nascita 2015; Perri Giuseppe, già responsabile cittadino del comune di San Giovanni in Fiore; Anzani Mario Francesco, avvocato e già responsabile cittadino a Montepaone; Alberti Alessandro, membro del direttivo di Rende; De Luca Antonio, militante storico della Lega Salvini Premier da Scalea; Adduci Nicola, già candidato nel 2015 alla carica di consigliere comunale a Cassano Jonio; Rosito Leonardo, Lega di Dipignano. «Ovviamente – si legge ancora – questo vuole essere solo un campione più rappresentativo di oltre trecento tra iscritti, aderenti e militanti che condividono questo documento».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb