Ultimo aggiornamento alle 7:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la scoperta

Ritrovato nel mare di Ricadi un manufatto usato da civiltà antiche

Si tratta di una pietra granitica alta mezzo metro con un solo foro. Un reperto che rimanda a una funzionalità marinaresca

Pubblicato il: 26/08/2021 – 13:39
Ritrovato nel mare di Ricadi un manufatto usato da civiltà antiche

RICADI Un manufatto litico, piatto, dalla forma subtriangolare provvisto di un foro nella parte apicale è stato recuperato nello specchio acqueo antistante la località Formicoli di Ricadi, nell’ambito di un’attività svolta dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia
d’intesa con il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale-Nucleo Cosenza e la collaborazione tecnico-operativa del Nucleo Carabinieri Subacquei Messina. La pietra, di tipo granitico, è alta 50 centimetri, larga 44 e presenta uno spessore di 10. Il foro, passante, a sezione circolare ha un diametro di 6 centimetri. «Questo tipo di reperti – fanno sapere dalla Soprintendenza – sono spesso rinvenuti sui fondali marini in assenza di contesti archeologici, come nel caso specifico, per cui è molto difficile fornire un inquadramento cronologico. La tipologia del manufatto rimanda comunque ad una funzionalità in ambito marino/marinaresco quale ancora più probabilmente, proprio per la presenza di un solo foro, zavorra o semplice corpo morto, non inquadrabile correttamente, per via del suo utilizzo ininterrotto, che si è protratto nel corso dei secoli, dalla preistoria fino ad oggi». Le attività di sopralluogo, coordinate e dirette dal funzionario archeologo subacqueo Alessandra Ghelli, con la collaborazione del funzionario archeologo Michele Mazza sono state svolte sotto l’egida della Soprintendenza diretta da Salvatore Patamia a seguito della segnalazione fatta dall’archeologo Manuel Zinnà. Il reperto è stato consegnato a Vincenzo Calzona del Comune di Ricadi e depositato all’interno dei locali che, a breve, ospiteranno i reperti del nascente Museo Archeologico e Paleontologico di Santa Domenica di Ricadi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x