Ultimo aggiornamento alle 13:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

calciomercato

Messias dal Crotone al Milan: «La mia vita è un sogno»

La fantastica storia del nuovo attaccante brasiliano dei rossoneri. I sacrifici, le giocate a Crotone e la grande occasione

Pubblicato il: 31/08/2021 – 12:31
Messias dal Crotone al Milan: «La mia vita è un sogno»

CROTONE Un nome, una fede, una storia incredibile «scritta dalle mani di Dio». È quella di Junior Walter Messias, nuovo attaccante del Milan e proveniente dal Crotone. Il Messias che ha incantato i tifosi dello Scida viene da Belo Horizonte ed è stato protagonista assoluto nella squadra calabrese. Il 30enne brasiliano si è caricato il Crotone sulle spalle, così come aveva già fatto in Serie B in coppia con Simy, e come faceva con i frigoriferi e altri elettrodomestici che consegnava in giro per Torino e dintorni. All’epoca Messias aveva 22 anni ed era arrivato in Italia, dove già c’era suo fratello, in cerca di fortuna. Come tutti i brasiliani, amava il calcio, che praticava a livello amatoriale nel campionato Uisp: era il bomber dello Sport Warique, team composto in gran parte da immigrati peruviani. Ma a fare la differenza, in quelle partite giocate di sera su campi in terra battuta, era lui, nonostante la schiena appesantita dalla fatiche del lavoro con cui manteneva la famiglia.

L’occasione della vita

La sua vita cambia un giorno con un sms del suo allenatore all’ex granata Ezio Rossi: «Alleno un fenomeno, vieni a vederlo». Rossi va, si convince che Junior può farcela e lo segnala al Fossano. Che però offre troppo poco e quel ragazzo venuto dal Brasile preferisce continuare a fare le consegne. Fino a quando, nel 2015, Rossi va al Casale, uno scudetto nel passato e un presente (in quel momento) in Eccellenza, gli serve un attaccante e chiama Messias. Che ripaga la fiducia con 20 gol che trascinano i nerostellati alla vittoria in campionato. È serie D, che Messias gioca però nel Chieri segnando 13 reti e attirando l’interesse della Pro Vercelli. Ma in quel momento il club che ha vinto sette scudetti è in Serie B e non può tesserare extracomunitari. Un problema non da poco, che costringe Junior a rimanere tra i dilettanti, questa volta nel Gozzano. Però sono ancora gol e promozione. Dopo l’esordio in C arriva la chiamata del Crotone e qui si compie la scalata verso la gloria calcistica dell’ex fattorino. «La mia vita è un sogno, perché la mia storia è stata scritta dalle mani di Dio». E oggi Messias è pronto al grande salto, il Milan lo aspetta e confida nelle giocate del talentuoso brasiliano.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb