Ultimo aggiornamento alle 11:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la denuncia

Tragedia a Satriano, Aidaa: «Iniziata la mattanza dei randagi»

L’associazione difesa animali: «Ci sono le prime immagini di cani morti avvelenati. Ricordiamo che il gesto è punibile col carcere»

Pubblicato il: 02/09/2021 – 12:38
Tragedia a Satriano, Aidaa: «Iniziata la mattanza dei randagi»

CATANZARO Nella zona del Soveratese ed a Satriano, dove, giovedì scorso, Simona Cavallaro, di 20 anni, è stata uccisa da un branco di cani che sarebbero stati a guardia di un gregge, «sono iniziati gli avvelenamenti dei cani in giro nelle campagne e sulle montagne e ci sono già le prime immagini dei cani uccisi dal veleno postate da alcuni volontari della zona». Lo afferma in una nota, l’Aidaa, l’Associazione italiana
difesa animali ed ambiente. «Ricordiamo a tutti intanto – prosegue la nota – che gettare
veleno è un reato punibile con il carcere, ma soprattutto ci auguriamo che inizi subito una seria campagna di sterilizzazione dei randagi, e confermiamo la nostra volontà del recupero dei cani coinvolti nella vicenda che ha portato alla morte della giovane nella pineta di Satriano».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x