Ultimo aggiornamento alle 9:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il contributo

«Il Sud non è un paese per giovani»

L’estate oramai è ai titoli di coda, l’autunno è alla porte ed è tempo di bilanci di quel che è stato e di programmare quel che sarà. Così mentre vedi i tuoi amici andare via ad uno ad uno, le str…

Pubblicato il: 06/09/2021 – 13:05
di Domenico Lo Duca
«Il Sud non è un paese per giovani»

L’estate oramai è ai titoli di coda, l’autunno è alla porte ed è tempo di bilanci di quel che è stato e di programmare quel che sarà. Così mentre vedi i tuoi amici andare via ad uno ad uno, le strade dei paesini che fino a poche ore fa brulicavano di gente e la campagna elettorale delle regionali che impazza in ogni dove con i soliti proclami, ti chiedi il perché la nostra terra lasci andare via i suoi figli invece di sfruttarne tutte le potenzialità. Ma poi guardi i dati economici del sud e la risposta ai tuoi quesiti è lì sotto i tuoi occhi.
Mentre infatti l’Italia intera cresce (nel secondo trimestre il PIL segna un +2,7%) il sud arranca sia sotto il profilo economico sia sotto il profilo democratico. Un declino lento e inesorabile che sembra non conoscere fine. Dati alla mano dal 1995 al 2020 il peso percentuale della ricchezza prodotta dalle area meridionale del paese è passato dal 24% al 22% (fonte ufficio studi di Confcommercio). Se da un lato il pil pro capite è rimasto intorno alla metà di quello del nord è il dato occupazionale a destare maggiormente preoccupazione -1,6 milioni di occupati in gran parte giovani. Una Caporetto del lavoro, dalla quale emerge tutta la fragilità dell’economia meridionale con un tasso di variazione degli occupati cresciuto quattro volte meno rispetto alla media nazionale (4,1% contro il 16,4% tra il 1995 e il 2019), con distanze ancora maggiori rispetto alle regioni del Centro e del Nord. Nemmeno il turismo, che potrebbe essere l’arma vincente, sembrerebbe essere di aiuto nel dare una spinta economica. In un anno “normale” come il 2019, infatti, i consumi dei turisti stranieri al Sud sono risultati inferiori di quasi un terzo rispetto a quanto speso nelle regioni del Centro e del Nord-Est. Tali condizioni e le prospettive di vita e di lavoro del nostro Sud incoraggiano sistematicamente l’emigrazione dei nostri giovani verso altre regioni.
Ma che il sud non sia un paese per giovani lo dimostrano anche le recenti liste di candidati alle prossime elezioni regionali in Calabria. Tra figli di, amici di e parenti di, spazio per chi magari ha capacità e competenza (con questo non si vuole dire che tra i candidati non ce ne sia) o per volti nuovi non ce n’è o comunque ce n’è poco.
Perché si sa la politica è un grosso affare e, se non sei dei ranghi, è difficile poter aspirare a qualche incarico. Tuttavia il futuro/a Governatore/trice si troverà a fare i conti con una Calabria sempre più vecchia e povera. E non bastano le iniziative di politiche attive del lavoro (vedi Garanzia Giovani che peraltro tanto successo non ha avuto) a far rimanere i giovani, ci vuole qualcosa di più, una visione strutturale che vada oltre il riempirsi la bocca di belle promesse. Ci vogliono fatti concreti come ad esempio credere e sostenere quelle tante piccole realtà economiche giovanili di chi ha scelto di rimanere ed investire, dando anche l’opportunità di crearne delle nuove. Dare la possibilità di costruirsi una famiglia anche con agevolazioni per l’acquisto della prima casa (visto che avere a che fare con le banche non è mai cosa semplice). Se i giovani rimangono rimane la speranza di un futuro ma anche qualcuno che continui le tradizioni del passato. Se tutti vanno via come può avvenire quel tramando generazionale che ha portato fino a noi storie e tradizioni senza tempo?
Già il tempo, cattivo tiranno che scorre veloce e inesorabile. Se non si agisce subito forse sarà troppo tardi. È il momento di pensare veramente a costruire qualcosa di serio, lasciando da parte i luoghi comuni e le solite azioni propaganda per guardare al futuro in modo netto e chiaro senza alcun tipo di ombre.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb