Ultimo aggiornamento alle 19:32
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il progetto

Cis Centro storico di Cosenza, «si entra nella fase operativa»

La Provincia è il primo Ente a firmare il Disciplinare con il Ministero della cultura

Pubblicato il: 10/09/2021 – 16:55
Cis Centro storico di Cosenza, «si entra nella fase operativa»

COSENZA Un altro tassello è stato aggiunto per il Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) “Cosenza-Centro storico”. La Provincia di Cosenza e il Segretariato generale del Ministero della cultura hanno firmato il Disciplinare regolante i rapporti con l’Autorità responsabile del Piano sviluppo e Coesione. Per la Provincia di Cosenza sono quattro gli interventi annessi al Cis per un importo di oltre 31 milioni di euro. «Prosegue il lavoro sul Cis “Cosenza-Centro Storico” per il recupero di una realtà storico-monumentale di rilevante valore. La Provincia è il primo Ente ad aver firmato il Disciplinare – afferma il presidente della Provincia di Cosenza Francesco Antonio Iacucci –. Con questo atto si entra nella fase operativa, vengono stabiliti ruoli, funzioni, tempistiche di attuazione degli interventi, controlli e verifiche relativi allo stato di attuazione dei progetti. La Provincia, in qualità di beneficiario, svolge il ruolo di stazione appaltante e sarà responsabile della corretta e regolare esecuzione dei lavori. Gli interventi di recupero proposti dalla Provincia restituiranno ai cosentini e ai calabresi un patrimonio storico e monumentale non solo da visitare e frequentare occasionalmente, ma da vivere e valorizzare. Cambierà il volto di uno dei centri storici più belli d’Italia, il Cis creerà nuove opportunità di crescita, in termini occupazionali e formativi, e servirà ad arrestare lo spopolamento». Gli interventi dovranno essere completati entro il termine del 31 dicembre 2025. Questi i quattro progetti della Provincia di Cosenza: i lavori di adeguamento strutturale e restauro dell’edificio Chiesa S. Teresa D’Avila annessa all’ex Convento dei Padri Carmelitani Scalzi noto altresì come ex orfanotrofio Vittorio Emanuele II° in Via Gravina attuale sede dell’I.I.S. “Mancini – Tommasi” (importo euro 3.660.000,00); ristrutturazione e riuso funzionale dell’edificio sede del Liceo statale “L. Della Valle” di Cosenza (Importo euro 7.700.000,00); lavori adeguamento strutturale e restauro del “Convitto Nazionale – B. Telesio” per utilizzo a Scuola Superiore con annesso convitto ed area a destinazione incontri e convegnistica e realizzazione Incubatore culturale in sinergia con UNICAL ed Associazioni presenti sul territorio  (importo euro 15.000.000,00); adeguamento/miglioramento strutturale e restauro del Conservatorio “S. Giacomantonio” (importo euro 4.930.000,00). 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x