Ultimo aggiornamento alle 22:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il convegno

A Paola il seminario: “Pensatori Minimi nella prima modernità filosofica e scientifica”

Si terrà il 22 settembre al santuario di San Francesco, per promuovere la divulgazione della ricerca filosofica e teologica

Pubblicato il: 17/09/2021 – 12:37
A Paola il seminario: “Pensatori Minimi nella prima modernità filosofica e scientifica”

PAOLA «Continua l’opera di ricerca e divulgazione – si legge in un nota – sulle personalità eminenti dell’Ordine dei Minimi da parte della Fondazione San Francesco di Paola Onlus. “Pensatori Minimi nella prima modernità filosofica e scientifica” è infatti il titolo della tavola rotonda che si terrà presso la Sala Convegni del Santuario di Paola il 22 settembre 2021 a partire dalle ore 9.30. Tale incontro – continua la nota – si pone come prosieguo del precedente convegno realizzato nel 2019 e ha come scopo la diffusione delle opere e del pensiero di insigni pensatori che per il loro impegno e amore per la ricerca e per la cultura si sono distinti nel campo filosofico, teologico, matematico. Il seminario di studi sarà introdotto dai saluti del M.R.P. Provinciale e Presidente della Fondazione S. Francesco di Paola, P. Francesco M. Trebisonda. Nel corso della sezione mattutina il convegno sarà dedicato alla figura di Marin Mersenne (1588-1648), teologo, filosofo e amico di Pascal e Cartesio. Relazioneranno: Domenico Bosco dell’Università Cattolica di Milano sul tema “Verità delle scienze e verità della fede. Marin Mersenne e l’apologetica del suo tempo”; seguirà l’intervento di Claudio Buccolini del Cnr Iliesi: “Mersenne: la “misura” delle passioni”; Leonardo Messinese della Pontificia Università Lateranense discorrerà su “Mersenne objecteur di Descartes”. Dopo il momento dedicato al dibattito e alla pausa pranzo, i lavori proseguiranno nel pomeriggio, con apertura alle ore 15.00, e saranno dedicati a Jean-François Niceron (1613-1646), scienziato francese che ha operato nel Convento dei Minimi a Trinità dei Monti a Roma e a Emmanuel Maignan (1601- 1676) filosofo e teologo che scrisse contro l’astrattismo della fisica aristotelica del suo tempo. Si inizia con l’intervento di Agostino De Rosa, dell’Università di Iuav di Venezia, su “Il pensiero configurativo di Jean-François Niceron, tra sperimentazione prospettica e riflessione f i losof i ca”. Seguirà l’intervento di Luca Parisoli dell’Università della Calabria su “Matematica e ontologia: vicende dell’infinito in Maignan”. Concluderà la convention Jean-Robert Armogathe della Ephe-Sorbonne di Parigi con il trattato “Maignan, Saguens e la spiegazione fisica dell’Eucaristia. Nuovi documenti dall’Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede”. Seguirà dibattito. Il convegno – conclude la nota – sarà moderato da Carmela Maria Spadaro dell’Università Federico II di Napoli».

Il programma

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb