Ultimo aggiornamento alle 12:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la replica

«Io un prestanome? Dalla sinistra a Cosenza solo offese e nessuna proposta»

La replica del candidato del centrodestra Francesco Caruso alle affermazioni del competitor. «È senza argomenti»

Pubblicato il: 19/09/2021 – 16:35
«Io un prestanome? Dalla sinistra a Cosenza solo offese e nessuna proposta»

COSENZA «Apprendo con rammarico (ma poi neppure tanto con sorpresa) che un candidato avversario del centrosinistra, aspirante alla carica di primo cittadino, anziché esporre agli elettori i suoi eventuali progetti per Cosenza, in mancanza evidentemente di temi concreti e argomentazioni da sottoporre alla valutazione popolare, privilegerebbe un refrain tipico della vecchia politica appellando il sottoscritto come il sindaco prestanome».
Lo dichiara il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra, Francesco Caruso, aggiungendo: «Preferisco sorvolare sull’ineleganza dell’espressione rivolta alla mia persona, perché resto convinto che certe offese qualifichino chi le fa e non chi le riceve. In questa campagna elettorale da parte mia sempre corretta, mi ero ripromesso che non avrei ceduto a provocazioni di alcun genere, privilegiando toni pacati e civili che per quanto mi riguarda manterrò tali. Ma – sottolinea Francesco Caruso – a due settimane dal voto non posso fare a meno di evidenziare che i cittadini di Cosenza sapranno ben distinguere fra chi parla loro di programmi e chi invece preferisce gettargli addosso il classico fumo negli occhi tipico del passato buio di quella Cosenza che abbiamo trovato dieci anni fa al nostro insediamento. Basti solo guardare agli esponenti partitici di quel periodo che oggi presenziano ai comizi del suddetto avversario. Gli stessi che ci hanno fatto trovare le casse del Comune in condizioni disastrose. Per non parlare – prosegue ancora Francesco Caruso – degli annunci di questo stesso avversario che adesso mi attacca, annunci dannosamente in controtendenza rispetto alle politiche mondiali sulla sostenibilità, visto che ha promesso di riaprire via Roma alla viabilità delle auto, espropriando di fatto i ragazzi delle scuole dei loro spazi di gioco, di aggregazione e di salute. Ricordo fra l’altro che proprio nei giorni scorsi la città di Cosenza è stata insignita del prestigioso premio nazionale Urbes 2021 per le sue politiche ispirate alla tutela della salute e del benessere e a vantaggio della mobilità sostenibile».
«Sono convinto – conclude Francesco Caruso – che così come io risponderò esclusivamente con i fatti alle insinuazioni che mi vengono rivolte, i cosentini daranno una lezione alla spavalderia populista scegliendo di non tornare indietro, per scongiurare il rischio di riavere una Cosenza dormiente e provocatoriamente parolaia».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x