Ultimo aggiornamento alle 18:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’addio

«Quella foto non è casuale. Ecco perché lascio il Pd per Forza Italia». Le ragioni di Flotta

L’ex consigliere comunale dem di Crotone spiega la sua scelta e lo scatto assieme a Comito e Mangialavori

Pubblicato il: 13/10/2021 – 19:27
«Quella foto non è casuale. Ecco perché lascio il Pd per Forza Italia». Le ragioni di Flotta

CROTONE Saverio Flotta, ex consigliere comunale del Partito democratico, con una nota diffusa oggi, spiega le ragioni del suo passaggio con Forza Italia. «Nei scorsi giorni, – scrive Flotta – è stato dato ampio risalto ad una foto che mi accomuna, tra gli altri, al neo consigliere regionale Michele Comito e al senatore Giuseppe Mangialavori, coordinatore regionale di FI». La foto, che ritrae anche altri rappresentanti del Pd passati con FI, è stata pubblicata e commentata sulle pagine di questo giornale. Flotta sottolinea che in quella foto c’era «consapevolmente» e che «soprattutto» il prossimo futuro sarà con FI. Entrando nel merito del suo passaggio, scrive: «La mia lunga esperienza nel Pd con incarichi di responsabilità politica (membro assemblea cittadina) ed Istituzionale (consigliere) ha, mio malgrado, negli ultimi anni, subito profondi conflitti e separazioni, alle quali non ho mai prestato il fianco né offerto alibi e attenendomi, sempre, ai dettami statutari».
«Lo è stato in ordine alla vicenda regionale passata e, per ultimo, alle amministrative scorse», aggiunge. Facendo riferimento alla questione della mancata presentazione della lista del Pd alle ultime elezioni comunali, scrive che «purtroppo, la sordità e l’insipienza, di un commissariamento privo di fondamento politico e statutario, hanno prodotto la discriminazione di una significativa area del partito, legittimata da un organo collegiale e riconosciuta dai livelli nazionali del Pd».
Si riferisce alla gestione di Franco Iacucci, commissario del Pd della provincia pitagorica. Restando in argomento, aggiunge: «Tuttavia, questi elementi non sono bastati, al commissario pro tempore, a riconoscere il simbolo del partito a quella parte che, a sua differenza, era riuscita a comporre un’alleanza ampia e politicamente coerente con gli equilibri Regionali del tempo». Si riferisce alla presentazione della lista targata Democratici e progressisti che, alle ultime elezioni comunali di Crotone, ha stretto l’alleanza con l’area politica di Enzo Sculco, passato anche lui con il centrodestra. Al momento delle presentazioni delle liste, infatti, una corrente del Pd decise di partecipare alla competizione elettorale amministrativa alleandosi con Sculco. L’idea era quella di ottenere per questa lista il simbolo del Pd, che fu però negato. «Un atto grave – scrive Flotta – che a voler sdrammatizzare potremmo raffigurare, risibilmente, come colui il quale non accontentato nei suoi “capricci” si è preso la palla (nemmeno sua) e se l’è portata a casa». A parere di Flotta, «questa» sarebbe «la raffigurazione fedele di quanto è avvenuto negli ultimi anni». In seguito a questi fatti, Flotta ha «maturato la convinzione di ricercare altrove spazi di agibilità e di iniziativa politica» e, quindi, ha deciso di passare con FI per «ricreare le condizioni per la costruzione di un’ampia area moderata, liberal-popolare, riformatrice ed europeista che oggi si esprime attraverso la presidenza di Roberto Occhiuto e il coordinamento regionale di Peppe Mangialavori, ai quali lo accomuna la militanza nella Democrazia Cristiana». I prossimi mesi, quindi, saranno dedicati all’impegno per “costruire la convenzione dei liberal-democratici della provincia di Crotone per sostenere, al meglio, la sfida di governo intrapresa da Roberto Occhiuto”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb