Ultimo aggiornamento alle 22:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Dissesto al Comune di Vibo, Luciano: «Politica dell’incompetenza e dei privilegi»

Il consigliere comunale del Pd: «Il punto è il fallimento del sindaco che in campagna elettorale aveva promesso di risanare il debito»

Pubblicato il: 07/12/2021 – 13:41
Dissesto al Comune di Vibo, Luciano: «Politica dell’incompetenza e dei privilegi»

VIBO VALENTIA «L’incapacità dell’amministrazione guidata dal Sindaco Limardo è oggi certificata dalle motivazioni per mezzo delle quali la Corte dei Conti boccia in modo chiaro il piano di riequilibrio finanziario redatto da tale amministrazione». Lo afferma, in una nota, Stefano Luciano capogruppo del Partito Democratico. «La Corte giudica il Piano non attendibile, non veritiero sotto molti profili e soprattutto inidoneo a risanare l’Ente (NE ABBIAMO SCRITTO QUI) e a poco serviranno i tentativi già messi in atto dal sindaco di spostare l’attenzione su chi ha formato il debito perché il punto non è esattamente questo; il punto è il fallimento dello stesso Sindaco che in campagna elettorale aveva promesso di risanare il debito e di portare il Comune in una situazione di benessere. Questo fallimento è il frutto di una politica che si prodiga soltanto per soddisfare gli appetiti dei propri amici trascurando i reali interessi dei cittadini che, a causa di scelte sbagliate, si trovano a dovere subire il secondo dissesto finanziario». «È la politica dell’incompetenza e dei privilegi che scappa dal confronto – scrive ancora Luciano – per il timore che possano emergere alcune verità. In questo senso si spiega come, ad esempio, il sistema bibliotecario vibonese non ha mai pagato la tassa sui rifiuti (TARI) per palazzo S. Chiara. E solo dopo il mio accesso agli atti di qualche giorno fa il Comune si è prodigato per richiedere il pagamento del dovuto. Accesso agli atti resosi necessario in assenza di risposte da parte dell’assessore competente sulla oramai nota vicenda del mancato pagamento del canone di locazione sempre da parte del sistema bibliotecario».
«Questa vicenda – spiega il capogruppo – sintetizza perfettamente il momento storico che stiamo vivendo, in cui la politica mortificai cittadini, evita il confronto con gli altri e garantisce i privilegi per i pochi attraverso quegli artifici “contabili” per la Corte dei Conti a cui si aggiungono gli artifici di interpretazione del regolamento comunale per il sottoscritto che dopo due mesi di insistenza si è visto fissare il consiglio comunale per giorno 11 di questo mese. Una politica che genera dissesti a spese dei cittadini perché da un lato elargisce incarichi ai soliti noti, fa finta di non vedere che qualche privilegiato occupa immobili pubblici senza pagare il canone ne’ i tributi e dall’altro invece di arrossire per pudore ha invece il coraggio di andare in radio e di affermare che va tutto bene. Come ha fatto recentemente Mangialavori che è il primo responsabile di questo stato di cose».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x