Ultimo aggiornamento alle 19:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

viaggio nella storia

Mattarella e la Calabria, un legame fortissimo: giusto sei anni fa inaugurò la Cittadella – FOTO

Nel primo settennato quattro le visite nella regione. Il 29 gennaio 2016 “aprì” il palazzo della Regione. Poi le tappe all’Unical, a San Demetrio Corone e a settembre a Pizzo per celebrare la ripar…

Pubblicato il: 29/01/2022 – 18:25
Mattarella e la Calabria, un legame fortissimo: giusto sei anni fa inaugurò la Cittadella – FOTO

CATANZARO Mattarella e quel suo fortissimo legame con la Calabria. Corsi e ricorsi storici, e uno di questi dice che esattamente sei anni fa il presidente della Repubblica che sta per essere rieletto Capo dello Stato fece la prima delle sue visite in Calabria. Era infatti il 29 gennaio 2016, e Mattarella presenziò alla cerimonia di inaugurazione del nuovo palazzo della Regione – la Cittadella – a Catanzaro. Con questa sono state quattro in tutto le occasioni in cui il presidente della Repubblica è stato in visita nella nostra regione nel suo primo settennato, e sono state quattro giornate indimenticabili e storiche per la Calabria. Perché Mattarella ha sempre rivolto un grande abbraccio alla terra forse più problematica d’Italia lanciando messaggi di speranza ma anche una forte sollecitazione al riscatto.

L’attualità del messaggio di Mattarella

Quattro date che restano scolpite: come detto il 29 gennaio 2016 all’inaugurazione della Cittadella, e poi il 6 febbraio 2017 all’inaugurazione dell’anno giudiziario, il 7 novembre 2018 a San Demetrio Corone per le celebrazioni del 550 anniversario della morte di Giorgio Mastriota Scanderbg, simbolo della comunità albanese, e infine all’Istituto nautico di Pizzo il 20 settembre scorso, per l’apertura dell’anno scolastico in tutt’Italia. In tutte le occasioni, da Mattarella una carezza ma anche una vibrata e vibrante esortazione ai calabresi a non rassegnarsi. Per questo sono quanto mai attuali soprattutto le parole del presidente della Repubblica all’inaugurazione della nuova sede della Regione, praticamente sei anni fa, la sua prima visita a una regione nel primo settennato. «La ‘ndrangheta – disse Mattarella – è una minaccia per l’intero Paese, come dimostrano inchieste e processi in diverse Regioni italiane, e la sua sconfitta costituisce una esigenza e un obiettivo nazionali. La Calabria non è sola. Lo Stato non è lontano. Sconfiggere la ‘ndrangheta è possibile. È un dovere, che va posto in cima ad ogni programma di governo. È anche condizione per attrarre investimenti, per pensare programmi di medio e lungo termine, per allargare gli scambi, le relazioni, le potenzialità del proprio ambiente, per evitare che i giovani siano costretti a portare lontano dalla loro terra quel bagaglio di conoscenze, di cultura, di capacità, di speranza, che invece è tanto prezioso per il futuro della Calabria».

Mattarella alla Cittadella: 29 gennaio 2016

«Dare un futuro ai giovani della Calabria»

Per Mattarella la Calabria ha in sé le risorse per emergere: «La cultura – proseguì ancora il Capo dello Stato alla Cittadella – è una leva importante di sviluppo, è componente essenziale della qualità italiana, tanto apprezzata e richiesta nel mondo. La Calabria ha tradizioni culturali forti e antiche, e ha dato un contributo importante al pensiero, alla letteratura, alla scienza, come testimoniano tanti suoi figli illustri da Mattia Preti a Umberto Boccioni, da Corrado Alvaro a Leonida Repaci, da Francesco Cilea a Renato Dulbecco, e tanti figli illustri di questa terra che hanno arricchito la cultura e la scienza del nostro Paese. La cultura rappresenta elemento propulsore della crescita sociale: unisce la bellezza con la conoscenza, la storia con la progettualità. La cultura è condizione affinché i giovani possano raccogliere il testimone delle generazioni che li hanno preceduti e possano sentirsi protagonisti. La scuola e la formazione vanno seguite, con cura particolare, da chi governa la cosa pubblica. Occorre combattere la dispersione scolastica, dare prospettive alle eccellenze che si formano in Calabria e, al tempo stesso, aprire le scuole al mondo del lavoro: la risalita parte anche da qui. Riparte anche dall’ambiente, dal vostro meraviglioso territorio, che – ricordò quel purtroppo ha sofferto speculazioni e incurie, oltre che, talvolta, il perverso connubio tra malaffare e cattiva amministrazione. Il dissesto idrogeologico è causa di un impoverimento di risorse e di rischi per le popolazioni. Intervenire per ridurlo è opera di grande valore sociale. Da questo impegno può nascere lavoro e i benefici ricadranno su ogni comparto della vita sociale. La Calabria ha grandi ricchezze naturali che vanno dal mare alle montagne: i calabresi devono riconquistarle appieno per offrirle a tutti coloro che vogliono ammirarle». Così concluse Mattarella: «Il mio, in definitiva vuole essere un augurio sincero. E un incoraggiamento. Vi sono problemi impegnativi da affrontare davanti a voi, affidati alle vostre responsabilità con l’aiuto dello Stato. Ma, se riusciremo a far esprimere e valorizzare le risorse morali e le energie civiche che qui sono presenti in larga misura, possiamo vincere la sfida più importante: dare un futuro, un futuro brillante, ai giovani della Calabria». E in una sorta di storia a cornice, per la sua ultima visita nel primo settennato in Calabria Mattarella ha scelto proprio la scuola e una scuola d’eccellenza, il Nautico di Pizzo, lo scorso settembre, per lanciare un messaggio di speranza all’intera nazione piagata dall’emergenza sanitaria: «Oggi – disse a Pizzo Mattarella – è un giorno speciale, di speranza e di impegno per l’intero Paese. Quest’anno a essere speciale è l’anno che comincia. Voi tornate tutti in aula. Dopo le tante sofferenze la ripartenza delle scuole è il segno più evidente della ripartenza dell’Italia». (a. c.)

Mattarella alla Cittadella regionale: 29 gennaio 2016
Mattarella a San Demetrio Corone: 6 novembre 2018
Mattarella a San Demetrio Corone: 7 novembre 2018
Mattarella a San Demetrio Corone: 7 novembre 2018
Mattarella a San Demetrio Corone: 7 novembre 2018
Mattarella al Nautico di Pizzo: 20 settembre 2021
Mattarella al Nautico di Pizzo: 20 settembre 2021
Mattarella al Nautico di Pizzo: 20 settembre 2021
Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x