Ultimo aggiornamento alle 14:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

L’incontro

Vertenza Sacal, Occhiuto: «Trattativa a buon punto» E su Bortoletti: «Spero che arrivi presto»

Il governatore a margine dell’incontro con i sindacati ha affrontato due dei temi più stringenti della sua azione di governo. E sul rapporto con i sindacati: «È fondamentale». Cgil, Cisl e Uil: «Co…

Pubblicato il: 21/02/2022 – 20:56
Vertenza Sacal, Occhiuto: «Trattativa a buon punto» E su Bortoletti: «Spero che arrivi presto»

CATANZARO «Non è la prima volta che incontro i sindacati. Questa volta senza alcun ordine del giorno ma li ho convocato perché avevo bisogno di confrontarmi sul complesso delle attività del governo regionale». Così Roberto Occhiuto a margine dell’incontro con i segretari regionali di Cgil, Angelo Sposato, di Cisl, Tonino Russo e di Uil Santo Biondo che si è svolto alla Cittadella regionale. «Abbiamo deciso di tenere altre riunioni in futuro – ha detto ancora il governatore – con uno specifico ordine del giorno per ogni riunione e di organizzare dei tavoli con i diversi assessorati sulle singole questioni che riguardano l’attività del governo regionale ai quali ovviamente parteciperanno i responsabili dei sindacati delle diverse aree». A proposito del rapporto sindacale, Occhiuto lo ha definito, «assolutamente necessario e indispensabile per la mia attività di governo. Sono felice di aver riscontrato – ha detto ancora il governatore – una qualità della rappresentanza sindacale di grande livello in Calabria. Da loro ricevo sempre utili contributi, certo sempre nel rispetto dei ruoli e delle sensibilità. Sarebbe strano se fossimo d’accordo su tutto. Ma certamente il confronto se costruttivo è sempre utile a chi governa».

Lo stato della trattativa per Sacal

A proposito di Sacal, Occhiuto ha annunciato «siamo piuttosto avanti nella trattativa con il socio privato e si stanno definendo dei dettagli che sono importanti e sostanziali. Ma sul prezzo c’è già un ordine di grandezza abbastanza condiviso». E sulla possibilità di una nuova società che gestisca gli scali aeroportuali calabresi, il governatore ha sostenuto «se la trattativa dovesse fallire, a quel punto potrebbe presentarsi questa opzione. Ma credo che lo stato attuale della trattativa mi induce ad essere abbastanza speranzoso sulla possibilità che la trattativa possa concludersi».

«Dal milleproroghe opportunità per la Calabria»

«L’emendamento “Milleproroghe” interviene sulla struttura burocratica della Regione e sulla possibilità che ci viene offerta di procedere a diverse stabilizzazioni». Così Occhiuto chiarisce i contenuti dell’emendamento approvato oggi in commissione Bilancio alla Camera e che apre possibilità anche per la Calabria. «Non abbiamo ancora deciso quali stabilizzazioni e in che modo procederemo – ha detto ancora Occhiuto -. Ma anche questo sarà oggetto di confronto in futuro con le organizzazioni sindacali».

Vicenda Bortoletti

«Bortoletti lo sento quasi ogni giorno» ha detto poi Occhiuto per quanto riguarda la vicenda del sub commissario alla Sanità non ancora giunto in Calabria e in proposito, il governatore ha aggiunto «ho scritto al ministero in più di un’occasione per chiedere che Bortoletti possa assistermi con la sua presenza qui e nella sua qualità di polizia giudiziaria. A lui è stata offerta la possibilità di venire in Calabria o in aspettativa o in comando». L’ultimo appello del governatore proprio oggi. «Mi auguro che si chiuda al più presto questa vicenda perché sono tanti i problemi da affrontare nella riforma della sanità in Calabria. Io sto andando avanti da solo e con l’altro sub commissario, con la dirigenza del dipartimento – ha sottolineato Occhiuto – ma ho bisogno delle competenze e del profilo di Bortoletti».

La voce dei sindacati

«Un incontro costruttivo», l’ha definito Angelo Sposato, segretario Cgil Calabria. «Abbiamo posto alcune questioni su dossier importanti e delicati. Su alcune questioni, come Sacal e Sorical, ci sono punti di avanzamento che abbiamo accolto positivamente. Abbiamo detto – ha proseguito Sposato – che bisogna fare presto sulle assunzioni in sanità, che bisogna incalzare il governo sulla Zes perché è importante avere una politica industriale anche per la Calabria, che bisogna lavorare congiuntamente con il Consiglio regionale per pressare il governo sulle infrastrutture perché i ritardi per la Statale 106 e la ferrovia ionica sono gravi. Poi, abbiamo detto che bisogna preparare un piano per il lavoro e stabilizzare una volta per tutte il precariato. Nei prossimi giorni ci saranno tavoli tematici secondo la road map stabilita questa sera».
Per il segretario Cisl Calabria Tonino Russo quella con la Giunta regionale «è un’interlocuzione proficua e continua. Registriamo un risultato importante come l’emendamento al Milleproproghe, ora dal confronto bisogna qualificare la pubblica amministrazione. Proprio dal confronto e dal dialogo che in modo costruttivo sta andando avanti ci aspettiamo buoni risultati».
A sua volta Santo Biondo, segretario Uil Calabria, ha evidenziato: «Abbiamo condiviso con il presidente la preoccupazione per la scarsa attenzione del governo verso le infrastrutture per la Calabria, dopo aver notato che sull’Alta Velocità e sulla Statale 106 c’è poco per la nostra regione. Siamo fiduciosi – ha sostenuto Biondo – che il presidente Occhiuto e il Consiglio regionale del 28 febbraio pongano le infrastrutture come un tema prioritario al governo. Poi ci sono altre cose da fare: bisogna fare un quadro generale sulle partecipazioni regionali salvaguardando l’occupazione e rilanciando le società. Sul lavoro bene l’emendamento al Milleproroghe ma bisogna parlare anche di nuovo lavoro con un ragionamento sulle politiche attive e su come collochiamo gli investimenti dei prossimi anni visto che nei prossimi anni fino al 2026 arriveranno parecchie risorse ed è compito di tutti gli attori del territorio individuare le priorità su cui investire le risorse. Bisogna partire dal fatto che la capacità amministrativa della Regione è scarsa: quindi positiva la ventata sui nuovi concorsi ma bisogna farne altri e precedere alle assunzioni, a partire da quelle nella sanità». (a.cant.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x