Ultimo aggiornamento alle 20:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la polemica

«Calabria seconda regione al Sud per fondi Cipess. Da Morra sterile polemica»

Per il senatore la Calabria ha ottenuto solo «briciole» rispetto ad altre regioni. Il governatore: «Non conosce i fatti e non studia i dossier»

Pubblicato il: 03/03/2022 – 19:13
«Calabria seconda regione al Sud per fondi Cipess. Da Morra sterile polemica»

CATANZARO «La Calabria, paragonata agli altri grandi territori del Sud che hanno usufruito dei fondi Cipess, è la seconda Regione per risorse stanziate in relazione ai suoi abitanti. La Campania ha avuto 298 euro per residente (in totale 1,7 miliardi di euro), la Calabria 258 (465 milioni di euro), la Puglia 252 (985 milioni di euro), e la Sicilia 244 (1,2 miliardi di euro). Leggo improvvide dichiarazioni del senatore Nicola Morra, che come al solito parla per slogan, senza conoscere i fatti e senza studiare i dossier». Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria che commenta quanto affermato in posta dal senatore secondo cui «nelle ultime settimane la Calabria ha perso centinaia di milioni (dei fondi Cipess, ndr) a favore delle altre regioni del Sud, come la Campania, la Sicilia e la Puglia».
«La Regione Calabria – continua lo scritto del senatore – ha ottenuto 465 milioni di euro. Briciole in confronto ai miliardi che vanno alle altre regioni, in grado di spendere questi soldi».

«Chi fa sterile polemica non vuole bene alla nostra regione»

Secondo il governatore, di converso: «Grazie al prezioso lavoro dell’assessore Mauro Dolce, la Calabria è riuscita ad incrementare i fondi destinati alla nostra Regione, che – dopo una serrata trattativa con il governo – sono passati da circa 350 a 465 milioni di euro.
L’esecutivo, nel distribuire queste risorse, si è concentrato quasi esclusivamente sul criterio demografico. Il nostro territorio – con poco più di 1 milione e 800 mila abitanti – ha dunque avuto, ripeto, 258 euro per ogni residente.
Abbiamo, quindi, deciso di non dispendere in mille rivoli questi finanziamenti e di concentrare la spesa su pochi e precisi interventi: la Strada Statale 106, nella tratta Catanzaro-Crotone (220 milioni di euro), la strada di collegamento San Luca (65 milioni di euro), e l’elettrificazione della linea ferroviaria jonica calabrese (180 milioni di euro). Chi fa sterile polemica su temi così delicati per la nostra Regione non vuole bene alla Calabria». (redazione@corrierecal.it)


Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x