Ultimo aggiornamento alle 20:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la crisi energetica

La guerra in Ucraina riapre la partita del rigassificatore a Gioia Tauro

Il ministro Giovannini in visita al porto: «Non conoscevo il progetto, non è escluso che si parli della realizzazione dell’impianto. Qui il porto più strategico del Paese»

Pubblicato il: 07/03/2022 – 11:31
La guerra in Ucraina riapre la partita del rigassificatore a Gioia Tauro

GIOIA TAURO «A causa del conflitto in Ucraina, il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani e tutto il Governo stanno riesaminando il piano per le forniture energetiche e, in quest’ambito, non è escluso che si riapra la partita del progetto che riguarda la realizzazione a Gioia Tauro di un impianto di rigassificazione». Lo ha detto, parlando con i giornalisti nel corso di una visita nel porto di Gioia Tauro, il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile Ernico Giovannini.
Il Ministro è stato accolto al suo arrivo dal presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e dal presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio Andrea Agostinelli. «Non conoscevo il progetto – ha aggiunto Giovannini – ma è chiaro che, con la situazione che riguarda attualmente i limiti di approvvigionamento energetico, anche questa ipotesi verrà attentamente valutata».

Il ministro Giovannini: «Gioia Tauro è il porto più strategico del Paese»

giovannini porto gioia tauro

«Questo è il primo porto che visito in Italia e non è un caso perché lo ritengo il porto più strategico e di prospettiva del sistema logistico del Paese – ha detto ancora il ministro –. Voglio ringraziare i terminalisti e l’Autorità di sistema portuale che qui stanno facendo notevoli investimenti per rendere questo porto sempre più performante».
«Sappiamo che bisogna legare il sistema porto al retroporto e per questo – ha aggiunto Giovannini – ho discusso con il presidente Occhiuto sulle problematiche anche del raccordo ferroviario. La Calabria, come sapete, è destinataria di ingenti somme del Pnrr non solo sull’ammodernamento e sulla realizzazione dell’alta velocità ferroviaria Salerno Reggio ma stiamo lavorando anche con celerità sulla 106 per la quale abbiamo stanziato altri 200 milioni di euro».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x