Ultimo aggiornamento alle 10:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Verso le urne

Amministrative, Fiorita: «Trasformare il Capoluogo decadente in una grande Catanzaro»

Il candidato sindaco del centrosinistra ha incontrato amministratori e consiglieri comunali dell’hinterland catanzarese: «La città diventi punto di riferimento»

Pubblicato il: 06/04/2022 – 13:39
Amministrative, Fiorita: «Trasformare il Capoluogo decadente in una grande Catanzaro»

CATANZARO «Catanzaro è oggi un Capoluogo decadente che perde ogni giorno centralità, potere direzionale, funzioni regionali, ma perde soprattutto la sua “assicurazione sulla vita”: gli abitanti. I dati Istat ci dicono che dal 2018 al 2021 Catanzaro ha perso 2.495 abitanti, il 2,8% della popolazione. Tra questi, moltissimi giovani. Anche per questo – è detto in una nota dell’associazione Cambiavento – il candidato sindaco Nicola Fiorita ha voluto incontrare amministratori e consiglieri comunali della provincia sui temi della conurbazione e dello sviluppo condiviso. Al contrario di Catanzaro, i Comuni limitrofi o prossimi al capoluogo come Albi, Borgia, Caraffa, Fossato Serralta, Gimigliano, Marcellinara, Pentone, San Floro, Settingiano, Sellia, Simeri Crichi, Tiriolo hanno contenuto la flessione demografica, appena l’1,3%, con 400 abitanti in meno rispetto al 2018, passando dai 30.743 agli attuali 30.319. Due, in particolare, Settingiano e Simeri Crichi, hanno addirittura fatto segnare un segno positivo».
«Dobbiamo pensare alla costruzione di una “grande Catanzaro” – ha detto Fiorita nel suo intervento – che sia in grado di fare migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti ma che sappia costruire progetti di ampio respiro nel campo della trasportistica, dei cicli delle acque e dei rifiuti, dell’istruzione e della cultura, tali da saldare i rapporti tra il Capoluogo e i dodici Comuni limitrofi o prossimi. Catanzaro deve mettere al servizio dell’area tutte le sue potenzialità: la sanità, l’università, le grandi strutture culturali, guardando agli abitanti dell’hinterland come a un’unica, grande comunità. Occorre compiere uno sforzo culturale per superare campanilismi e divisioni, e fare di Catanzaro non città che accentra tutto e tutti, bensì un faro, un riferimento per tutte le esigenze della vita, dalle cure sanitarie allo studio alla cultura. Una grande Catanzaro, appunto, da costruire ovviamente nel pieno rispetto delle prerogative e delle specificità di ogni comunità ma in grado, attraverso l’unione che fortifica, di controbilanciare lo strapotere politico-istituzionale-economico delle province più forti, Cosenza e Reggio Calabria».

«Un elemento fondamentale del nostro ragionamento – ha aggiunto Fiorita – è il sistema dei trasporti, che dovrà fare da collante, permettendo un interscambio moderno, rapido e sicuro. Il ruolo della metropolitana, messo in relazione alle tratte ferroviari di Rfi e Ferrovie della Calabria, è evidente. Occorre

introdurre una governance unica, una regia del sistema dei trasporti, utilizzando ovviamente anche quello su gomma che serva anche a rendere sostenibile la gestione della metropolitana. Quella che chiamo la grande Catanzaro potrà divenire un sistema forte, anche nei campi del ciclo dei rifiuti, della difesa dell’ambiente, della produzione di energie rinnovabili, dell’istruzione, della sanità e delle politiche sociali. Può diventare un importante distretto turistico-culturale che permetta di condividere le risorse ambientali, paesaggistiche, storiche e artistiche di cui il territorio è ricco».
«Costruire una regia unica dell’Area della Grande Catanzaro – ha concluso – istituire un Coordinamento, formato dai sindaci o loro delegati, con due compiti essenziali: esprimere pareri non vincolanti su decisioni della Città di Catanzaro che riguardino l’intera area; elaborare progetti e idee condivisi in tema di trasporti, ambiente, sanità, istruzione e cultura, turismo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x