Ultimo aggiornamento alle 22:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

inchiesta lucignolo

Falsi diplomi, il gip: «Le condotte criminose produrranno effetti devastanti»

Il giudice di Reggio: «Straordinaria la quantità di vittime truffate. Il sodalizio continua a lucrare crescenti profitti in varie parti d’Italia»

Pubblicato il: 07/04/2022 – 22:03
Falsi diplomi, il gip: «Le condotte criminose produrranno effetti devastanti»

REGGIO CALABRIA «Le condotte criminose, ancora in corso di accertamento nelle loro reali dimensioni e rispetto all’identificazione delle vittime dei reati ai loro danni, sono destinate a produrre effetti devastanti, al momento non compiutamente prevedibili, che vanno ben oltre la lesione della libertà di autodeterminazione dei singoli soggetti truffati, finendo per incidere su settori nevralgici della collettività, della formazione e del sapere specialistico, quali l’insegnamento, il sostegno a persone con disabilità e le professioni sanitarie». Lo scrive il gip di Reggio Calabria, Karin Catalano, nell’ordinanza di custodia cautelare in esecuzione della quale la Guardia di finanza ha arrestato otto persone, coinvolte in un presunto giro di falsi diplomi e lauree su tutto il territorio nazionale. «Gli indagati – scrive il gip – hanno dimostrato assoluta pervicacia e spregiudicatezza e professionalità criminale non comuni nella perpetrazione delle attività delittuose». Il giudice, oltre all’«altissimo pericolo di inquinamento probatorio», sottolinea «la straordinaria quantità di vittime truffate, la gravità dei delitti posti in essere ai loro danni e la spiccata pericolosità sociale degli indagati, che non hanno cessato le loro attività criminose – afferma – neppure dopo le perquisizioni che furono effettuate nel luglio del 2019». Il gip è convinto che il sodalizio criminale «continui tuttora a lucrare crescenti profitti illeciti e a mietere vittime in varie parti d’Italia». «Gli indagati, se liberi – è scritto ancora nell’ordinanza – possono influire ulteriormente sulle investigazioni da svolgere ovvero incidere, con pressioni o intimidazioni, sui dichiaranti da sentire o già sentiti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x