Ultimo aggiornamento alle 21:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

Rende, misura interdittiva di 12 mesi per il sindaco Manna

Decisione della Corte di Cassazione che ha confermato la richiesta del Riesame. Il primo cittadino è indagato dalla Procura di Salerno

Pubblicato il: 13/04/2022 – 20:25
Rende, misura interdittiva di 12 mesi per il sindaco Manna

SALERNO Diventa esecutivo il provvedimento di interdizione di 12 mesi dalla professione forense per l’avvocato Marcello Manna. La decisione è della Corte di Cassazione che, di fatto, ha confermato la richiesta avanzata già a gennaio dal Tribunale del Riesame, quando l’esecuzione della misura interdittiva era stata sospesa in attesa del definitivo pronunciamento. Marcello Manna, penalista, sindaco di Rende nonché presidente dell’Anci Calabria, è indagato dalla Procura di Salerno, guidata da Giuseppe Borrelli, con l’accusa di corruzione in atti giudiziari.

L’accusa della Procura di Salerno

La vicenda è legata alla tesi dell’accusa secondo la quale il 30 maggio 2019 Manna avrebbe consegnato a Petrini la somma di 5mila euro in contanti all’interno una busta da lettere contenuta in una cartellina da studio, data al giudice nel suo ufficio. In cambio Petrini avrebbe alterato «la dialettica processuale inquinando, metodologicamente, l’iter decisionale della Corte d’Assise d’Appello da lui presieduta» emettendo una sentenza di assoluzione nei confronti dell’imputato Francesco Patitucci, difeso da Manna, già condannato in primo grado, con rito abbreviato, a 30 anni di reclusione per concorso nell’omicidio di Luca Bruni avvenuto a Castrolibero il 3 gennaio 2012. La sentenza d’appello che assolve Patitucci, emessa il 4 dicembre 2019 sarebbe, secondo l’accusa, «contaminata in radice dagli eventi corruttivi». Allo stesso tempo Manna avrebbe accettato la promessa, sollecitata dallo stesso Petrini, di un’ulteriore utilità a favore di un giovane regista di Lamezia Terme, cugino della moglie di Petrini, presso Giuseppe Citrigno, presidente della Calabria Film Commission. Di mezzo c’era l’attribuzione di un contributo, stabilito dal bando di gennaio 2019, “per l’attrazione e il sostegno di produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria”. Il regista ha ottenuto un contributo di 175mila euro a seguito di stipula della convenzione avvenuta in data uno ottobre 2019.

Raggiunto telefonicamente dal Corriere della Calabria, il sindaco di Rende Marcello Manna ha chiarito di essersi «autosospeso» e di avere inviato «una comunicazione al Consiglio del suo Ordine professionale».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x