Ultimo aggiornamento alle 23:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

verso il ballottaggio

Boccia: «Fiorita è il futuro, Donato è il trapassato remoto, brutta la minaccia dell’ingovernabilità»

Il leader del Partito democratico a Catanzaro in vista del ballottaggio: se il nostro candidato vincerà tutta la città sarà con lui

Pubblicato il: 23/06/2022 – 16:49
Boccia: «Fiorita è il futuro, Donato è il trapassato remoto, brutta la minaccia dell’ingovernabilità»

CATANZARO «I giochi si fanno domenica e non è più il tempo delle parole, ma delle scelte. Catanzaro deve scegliere il futuro con Fiorita o il trapassato remoto con Donato e una coalizione che tutti conoscete? Con dei pezzi di un gruppo dirigente che ha fatto tanto male a questa città e che tutti conoscete, che ha tenuto questa città nelle sabbie mobili che non hanno consentito a tanti giovani di restare con la sua scelta Donato ha deciso di lasciare Catanzaro con i suoi problemi nel passato remoto». Così il responsabile nazionale enti locali del Pd, Francesco Boccia, a Catanzaro per un’iniziativa elettorale a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra Nicola Fiorita, in vista del ballottaggio di domenica. A fianco di Boccia e Fiorita, gran parte dello “stato maggiore” del Pd, dalla presidente del partito regionale Giusi Iemma (eletta tra l’altro al consiglio comunale) ai consiglieri regionali Ernesto Alecci e Raffaele Mammoliti, dal segretario provinciale Domenico Giampà al segretario cittadino dem Fabio Celia (anch’egli eletto al consiglio comunale) mentre non c’era il parlamentare Antonio Viscomi.

«Fiorita è il futuro, simbolo di una classe dirigente rigenerata»

«Nicola Fiorita – ha proseguito Boccia – è il futuro. Questo è il tempo delle scelte, i catanzaresi devono decidere se legare finalmente Catanzaro al resto del Paese e farlo con una classe dirigente fresca, nuova, rigenerata e che si assume le responsabilità anche con noi nel Parlamento nazionale. Io sono qui ancora una volta per dimostrare tutto l’impegno del Pd e di tutti i partiti che in Parlamento sostengono Nicola Fiorita, per il sostegno a Catanzaro esattamente come abbiamo fatto per Napoli. È un impegno parlamentare a tenere il capoluogo della regione Calabria ancorato all’Europa. Il lavoro che stiamo facendo sui diritti, sulla decarbonizzazione, per rendere il mondo migliore, il sostegno alle imprese, la lotta alle disuguaglianze, è la proposta che – ha rimarcato il leader del Nazareno – tutto il centrosinistra unito e i liberali uniti fanno in sostegno e accanto a Nicola Fiorita».

«Di cattivo gusto la minaccia dell’ingovernabilità»

Boccia ha commentato anche il rischio dell’”anatra zoppa” se Fiorita dovesse diventare sindaco (la maggioranza spetta infatti già alla coalizione di Donato): «Ho trovato di cattivo gusto questa minaccia politica, non so – ha rilevato il responsabile nazionale enti locali del Pd – se a Nicola o agli elettori, di Donato e dei suoi pochi sostenitori. Mette in discussione la gioia della democrazia. Esiste una legge elettorale che è quella delle amministrative che consente di votare i consiglieri comunali e i candidati a sindaco ed io sono sicuro che se Nicola Fiorita, vincerà, cosa che succederà, tutta Catanzaro sarà con lui. Dire prima dell’espressione del voto democratico che se vincesse Nicola Fiorita loro congelerebbero o bloccherebbero o paralizzerebbero il Comune dà il senso di due cose: dell’arroganza e nella politica la spocchia fa sempre male; e soprattutto della minaccia agli elettori. Stanno dicendo agli elettori: guardate che se votate Fiorita noi vi facciamo tornare al voto e il vostro voto non conta. Se vince Fiorita – ha sostenuto Boccia – Catanzaro va avanti e molti di quelli che sono stati costretti a sostenere Donato saranno liberi».

«Da Nicola grande lavoro di associazionismo»

Un passaggio sul risultato del Pd alle elezioni primo turno di Catanzaro, non particolarmente esaltante: «È stato come nelle attese, perché su Catanzaro c’è un discorso complesso da fare. È la città con il più alto numero di liste e la più alta frammentazione d’Italia. La frammentazione che c’è a Catanzaro – ha sostenuto ancora il leader del Pd – deve fare riflettere. Lo dico perché abbiamo bisogno di rigenerare la politica. Nicola ci ha provato. Ha fatto un grande lavoro di associazionismo, però sono venuti a mancare i punti cardini e fermi della politica che in qualche modo devono riuscire ad aggregare un alto numero di persone. Anche se il Pd in termini di percentuale è andato meglio rispetto alle passate elezioni. È un primo passo per costruire». Infine, un commento sull’appoggio politico al ballottaggio a Fiorita da parte dell’area di centrodestra riconducibile ad Antonello Talerico: «La legge elettorale delle amministrative funziona così. Si fanno gli accordi al secondo turno. Io ne sto facendo tanti in giro per l’Italia. Ringraziamo Talerico – ha proseguito Boccia – per il sostegno e per aver fatto una scelta di campo intorno a Nicola Fiorita e mi auguro che sempre più catanzaresi abbiano sempre più il coraggio di credere che Nicola possa essere il candidato di tutti. Penso che questa possa essere una testimonianza: a differenza della coalizione di Donato che minaccia, Talerico ha detto “sosteniamo Fiorita perché vogliamo allargare il campo con la P maiuscola”». (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x