Ultimo aggiornamento alle 19:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il voto in italia

Il centrosinistra vince ai ballottaggi. Tommasi sindaco di Verona

La fotografia degli scrutini. Letta: «Vinciamo perché paga la linearità e la serietà»

Pubblicato il: 27/06/2022 – 1:21
Il centrosinistra vince ai ballottaggi. Tommasi sindaco di Verona

Il centrosinistra vince ai ballottaggi nelle principali città capoluogo, il centrodestra diviso non sfonda. Questa è la fotografia che viene fuori dai primi scrutini. Tanto da far azzardare ad alcuni esponenti del Pd un vero e proprio cappotto.

LETTA: VINCE IL CAMPO LARGO – “Il commento è che alla fine paga la linearità e la serietà: vinciamo perché la responsabilità è più importante di tutto, in questo momento difficile serve una politica che sia seria e lineare. Il campo largo è stato preso in giro ma questa strategia paga. Perde male il centrodestra per scelte incredibili, scegliendo fuoriusciti del centrosinistra, penso a Catanzaro”. Lo ha detto il leader del Pd, Enrico Letta al Nazareno.

VERONA – Damiano Tommasi, del centrosinistra, è il nuovo sindaco di Verona. Alla chiusura dello scrutinio ha conquistato il 53,34% dei consensi nel ballottaggio, contro Federico Sboarina (centrodestra) fermatosi al 46,66%. o si apprende dal sito del Comune di Verona. Il centrosinistra non conquistava la maggioranza e la poltrona di sindaco a Verona da 15 anni.Sboarina ha già telefonato a Damiano Tommasi, congratulandosi per la sua vittoria al ballottaggio.

MONZA – Paolo Pilotto è il nuovo sindaco di Monza. Il candidato del centrosinistra ha sconfitto al ballottaggio il candidato del centrodestra, e primo cittadino uscente, Dario Allevi. “Immagino si debba aspettare la conferma ufficiale – dice Pilotto contattato telefonicamente dall’ANSA – ma da quello che sembra si sta delineando un risultato abbastanza netto, frutto di una campagna basata su idee e proposti”. Pilotto ha recuperato 7 punti percentuali di svantaggio in due settimane.

LUCCA – E’ Mario Pardini, candidato unitario del centrodestra, il nuovo sindaco di Lucca dopo un lungo testa a testa contro il candidato del centrosinistra Francesco Raspini. Pardini, imprenditore, ex presidente di Lucca Crea (la società partecipata che organizza il Lucca Comics and games), si è imposto con il 50, % davanti al suo avversario, assessore comunale uscente che aveva chiuso in testa il primo turno con il 42,65%. Inizialmente Pardini era avanti anche al ballottaggio per poi subire il ‘sorpasso’ di Pardini.

PIACENZA – Il Pd e il centrosinistra riconquistano Piacenza: la consigliera regionale Katia Tarasconi ha vinto infatti il ballottaggio contro la sindaca uscente, Patrizia Barbieri del centrodestra. Tarasconi era già in vantaggio, di due punti, dopo il primo turno: vantaggio consolidato e ampliato al ballottaggio che l’ha eletta. A scrutinio ancora da ultimare Tarasconi è attorno al 53%.

PARMA – Michele Guerra è il nuovo sindaco di Parma: il candidato del centrosinistra, con lo scrutinio quasi ultimato, è infatti saldamente in testa (attorno al 65%) rispetto al suo sfidante, l’ex sindaco Pietro Vignali, sostenuto dal centrodestra. Guerra è in continuità col suo predecessore Federico Pizzarotti, di cui era assessore alla cultura. Nella coalizione di Guerra c’è anche il Pd: il principale partito di centrosinistra torna a far parte della maggioranza che governa Parma dopo 24 anni di opposizione. “E’ un grande risultato di un progetto coeso che non deluderà la città”, ha detto.

ALESSANDRIA – Giorgio Abonante (Partito Democratico) è il nuovo sindaco di Alessandria,. Quando ormai manca il risultato di 4 sezioni su 93, è oltre il 54% contro il 45,5% del sindaco uscente, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. La città torna quindi al centrosinistra dopo cinque anni di guida del centrodestra.

COMO – Alessandro Rapinese è il nuovo sindaco di Como. Al ballottaggio il candidato civico ha battuto a sorpresa la candidata del centrosinistra Barbara Minghetti, che aveva concluso in vantaggio il primo turno. Mancano due sezioni alla conclusione dello scrutinio e il vantaggio è ormai incolmabile. “Continuerò a impegnarmi per la città. In bocca al lupo ad Alessandro”, commenta Minghetti ammettendo la sconfitta.

GORIZIA – Rodolfo Ziberna, a capo di una coalizione di centrodestra, è stato confermato sindaco di Gorizia. Mancano ancora pochissime sezioni al termine dello scrutinio, ma il vantaggio sulla sfidante, l’ex senatrice del Pd Laura Fasiolo alla guida di una alleanza di centrosinistra, è incolmabile. Al primo turno Ziberna aveva raggiunto il 42,56%, Fasiolo il 31,37%, separati da 1.664 voti. “Allargherò la compagine di governo alla presenza di un tecnico esterno”, ha commentato Ziberna confermando la vittoria. Nel corso della sua amministrazione, nel 2025, Gorizia e Nova Gorica (Slovenia) saranno Capitale europea della cultura.

CUNEO – Con oltre metà delle schede scrutinate, Patrizia Manassero (centrosinistra) si avvia a diventare la nuova sindaca di Cuneo. Con il 62% dei voti ha scavato un solco incolmabile dal suo sfidante, Franco Civallero (centrodestra) che aveva già staccato di 28 punti percentuali al primo turno. Cuneo, che negli ultimi 10 anni è stata guidata da Federico Borgna, resta così al centrosinistra.

CROLLO DELL’AFFLUENZA – Il dato definitivo dell’affluenza per il voto dei 59 comuni al ballottaggio seguiti dal sito del Viminale (mancano quelli delle regioni a statuto speciale), è del 42,16%, in netto calo rispetto al 54,11% del primo turno.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x