Ultimo aggiornamento alle 19:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la polemica

Incendi, il Pd: «Le parole di Occhiuto cozzano con la realtà»

Il gruppo dem in consiglio regionale: «La procedura per l’acquisto delle fototrappole avviata soltanto il 22 giugno»

Pubblicato il: 28/06/2022 – 20:31
Incendi, il Pd: «Le parole di Occhiuto cozzano con la realtà»

CATANZARO «Le dichiarazioni quotidiane rilasciate dal presidente Occhiuto finiscono, troppo spesso, per cozzare contro la realtà dei fatti. In particolare, per quanto riguarda la forestazione e la prevenzione incendi, è sotto gli occhi di tutti la disorganizzazione che regna in Calabria Verde, l’ente regionale che dovrebbe garantire il coordinamento di tutte le attività in materia». È quanto affermano in una nota congiunta i consiglieri regionali del Pd Mimmo Bevacqua, Ernesto Alecci, Franco Iacucci, Nicola Irto e Raffaele Mammoliti. «Così, ad esempio – proseguono – quando il presidente Occhiuto annuncia con enfasi l’approvazione avvenuta ad aprile del Piano antincendi boschivi e il coinvolgimento della Protezione civile e delle associazioni di volontariato operanti nel settore, dimentica che si tratta di semplici e doverosi adempimenti di legge. Una legge regionale che fissa in maniera rigorosa tempi e soggetti istituzionali responsabili: in effetti, basterebbe applicarne con puntualità tutte le prescrizioni per evitare di rincorrere sempre le emergenze. La medesima enfasi si registra nell’annuncio dell’acquisto di fototrappole, presentato come risolutivo: se, infatti, si prende visione degli atti di Calabria Verde, si scopre che la procedura per tale acquisto è stata avviata solo il 22 giugno. Dagli stessi atti si evince, altresì, che si è provveduto a spendere soltanto la metà dei fondi disponibili per l’acquisizione dei necessari mezzi antincendi. Riteniamo che il quadro appena accennato sia sufficiente per capire quanto distanti dalla realtà siano i quotidiani annunci della Cittadella regionale. Resta, inoltre, un dubbio relativo a quanto sostenuto oggi dal presidente Occhiuto: ci piacerebbe capire cosa intende dire quando afferma, testualmente, che gli operai forestali “saranno retribuiti non in base agli interventi di spegnimento ma al minor numero di roghi presenti”: non osiamo pensare, infatti, che egli intenda avanzare sospetti sull’appiccamento di incendi da parte di chi si prodiga quotidianamente e con sprezzo del pericolo per salvare dai roghi i nostri territori. Una tale affermazione – concludono i consiglieri dem – sarebbe molto grave e necessiterebbe di immediati chiarimenti. In tutto ciò, poi, ci preoccupa il silenzio tombale dell’assessore Gallo che, per Calabria Verde, aveva promesso cambiamenti ed investimenti epocali».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x