Ultimo aggiornamento alle 20:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le accuse

Letta: «Il Parlamento si è messo contro il Paese»

Il segretario dem: «Chi non ha votato è irresponsabile, nelle urne pagherà le conseguenze»

Pubblicato il: 21/07/2022 – 13:02
Letta: «Il Parlamento si è messo contro il Paese»

C’è «il tentativo di cercare di scaricare le responsabilità gli uni sugli altri. Chi ieri non ha dato il voto di fiducia a Draghi non lo può applaudire Draghi, ha deciso di affossare un’esperienza di governo che stava facendo uscire l’Italia dalla crisi. Noi siamo stati dalla parte giusta della storia». Lo ha detto il segretario Pd, Enrico Letta, intervenendo alla riunione della segreteria, al Nazareno a Roma. «Gli atti di ieri peseranno molto sulle elezioni, gli italiani sceglieranno sulla base delle scelte di ieri».
«Ieri si è creato un vulnus nei confronti del Paese che durerà a lungo, a meno che non vinciamo noi, che saremo in grado di riprendere il filo positivo che si è interrotto», ha detto Letta ricordando «i danni che stiamo vedendo e che colpiranno la parte più debole della società, quella a cui parleremo».
«Le responsabilità dei partiti che non hanno votato la fiducia ieri sono di tutti, non mi si venga a fare classifiche di responsabilità, gli italiani non lo capirebbero». Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, nell’assemblea congiunta dei gruppi Pd, in corso alla Camera. «Non siamo come gli altri, chi si è assunto la responsabilità di fare un danno al Paese nelle urne dovranno pagare le conseguenze, noi abbiamo deciso di scegliere l’Italia», ha detto il segretario del Pd nell’assemblea congiunta dei gruppi dem.
«Il Parlamento si è messo contro il Paese, ma non tutti, noi abbiamo dimostrato di guardare agli interessi del Paese e gli elettori lo premieranno». 

https://www.facebook.com/plugins/video.php?height=314&href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpartitodemocratico%2Fvideos%2F516052703628536%2F&show_text=false&width=560&t=0

Alemanno lascia il M5S per Italia Viva

La deputata Soave Alemanno lascia il M5s. Maria Soave Alemanno alla Camera aderisce al gruppo di Italia Viva. La deputata pugliese, che in questi giorni ha criticato la scelta del partito di non sostenere il governo Draghi, ha annunciato l’addio su Facebook, dicendosi «amareggiata» e spiegando che «quella scritta nell’ultimo periodo è una brutta pagina che non avrei voluto leggere».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x