Ultimo aggiornamento alle 18:46
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L’appuntamento

Difesa del suolo, all’Unical la convention nazionale

Una due giorni di seminari tecnico-scientifici su tecniche per la tutela del suolo. Appuntamento il 25 e 26 alla Aula Caldora

Pubblicato il: 24/11/2022 – 17:35
Difesa del suolo, all’Unical la convention nazionale

RENDE «Come ogni anno, gli studiosi italiani che si occupano di difesa del suolo, dissesto idrogeologico, erosione costiera, risorse idriche e inquinamento delle acque si ritrovano all’aula Caldora dell’Università della Calabria venerdì 25 e sabato 26 novembre, per partecipare ai Seminari tecnico-scientifici su Tecniche per la Difesa del Suolo e dall’Inquinamento, che recano la denominazione inglese di ICIRBM (Italian Conference on Integrated River Basin Management)». Lo comunica una nota dell’Università della Calabria che spiega: «ICIRBM ha avuto il suo inizio nell’ormai lontano 1980 e si è snodato ininterrottamente nelle Edizioni annuali successive, fino ad arrivare, nel 2022, alla 43a Edizione. Esso ha prodotto i volumi a stampa degli Atti per tutte le Edizioni, dal 1986 pubblicati dall’editore Bios di Cosenza, per un ammontare complessivo di circa 25000 pagine».
«È l’iniziativa più longeva che esiste in Italia nell’ambito della Difesa del Suolo – è detto – peraltro affrontata sin dal 1980 in un’accezione nuova, di tipo interdisciplinare, basata sul connubio tra gli aspetti fisici e quelli ambientali. ICIRBM negli anni ha inteso ispirarsi all’impostazione dell’idraulico italiano Giulio De Marchi e della “Commissione Interministeriale per lo studio della sistemazione idraulica e della difesa del suolo” da lui presieduta, chiamando a contribuire non solo i ricercatori nel campo dell’Idraulica e delle Costruzioni Idrauliche, ma anche quelle degli altri ambiti dell’Ingegneria e delle Scienze Naturali, come documentato dai volumi degli Atti».
«L’evento – prosegue la nota – organizzato dal LaMPIT (Laboratorio di Modellistica numerica per la Protezione Idraulica del Territorio), dal Centro Studi Acquedotti e Fognature, dai Dipartimenti di Ingegneria Ambientale e Ingegneria Civile e dall’Associazione Idrotecnica Italiana, è diretto dai Proff. Giuseppe Frega e Francesco Macchione. Il Convegno è articolato in 5 sessioni. Complessivamente saranno presentate 42 Relazioni, che hanno impegnato 144 coautori provenienti da 31 Università, di cui 5 Università straniere».
«Tra i coautori sono presenti altresì – si comunica – ricercatori del CNR e tecnici dell’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po, del Consorzio della Bonifica Parmense e della Regione Puglia. L’evento è stato patrocinato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, dalla Società Idrologica Italiana, dal Gruppo Italiano di Idraulica e dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cosenza».
«Con questo evento la scuola italiana sulla difesa del suolo contribuisce a rispondere al bisogno di sicurezza e di sviluppo sostenibile del territorio che a gran voce continua a levarsi da tutti gli angoli del nostro Paese».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x