Ultimo aggiornamento alle 18:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il commento

Manovra, Irto: «Insufficiente e iniqua, amplierà le disuguaglianze»

Il senatore del Pd: «Saranno colpiti i più poveri. Il Mezzogiorno è stato dimenticato dal Governo»

Pubblicato il: 28/12/2022 – 12:49
Manovra, Irto: «Insufficiente e iniqua, amplierà le disuguaglianze»

CATANZARO «In una fase storica difficile come poche altre, con le famiglie messe in ginocchio dal caro bollette e dall’aumento dei beni al consumo, con migliaia di imprese, soprattutto medio-piccole, che rischiano di dover chiudere i battenti per l’aumento dei costi delle materie prime, il governo Meloni arriva, con l’acqua alla gola a presentare una manovra del tutto insufficiente, non in grado di aiutare i cittadini e i lavoratori in difficoltà e, anzi, assolutamente iniqua». Lo afferma, in una nota, il senatore del Pd Nicola Irto componente dell’ufficio di presidenza del gruppo dem.
«Di certo se questo era il primo vero banco di prova del centrodestra che ha vinto alle urne lo scorso 25 settembre – aggiunge Irto – può dirsi non superato in modo disastroso con tutti i timori che ne conseguono sul futuro del Paese nei prossimi mesi, quando i morsi della crisi economica si faranno sentire maggiormente e ci saranno da gestire emergenze legate al Covid, che per qualcuno sembra essere scomparso, e ad una congiuntura internazionale assai complicata».
«Mancano – sostiene il senatore Pd – provvedimenti strutturali nei comparti nevralgici come sanità, welfare, scuola, lavoro e trasporti e nessuna traccia di interventi per abbattere le disuguaglianze sia a livello sociale che territoriali. La manovra si dimentica, volutamente, dei poveri e anzi cerca di colpirli con le modifiche ingiuste al reddito di cittadinanza, l’introduzione della nuova soglia della flat tax e trascurando totalmente il mercato del lavoro. Il governo si è poi dimenticato completamente del Mezzogiorno. Senza gli stanziamenti che i Comuni aspettavano in ordine al trasporto pubblico, ad esempio, e con il progetto di autonomia differenziata elaborato dal ministro Calderoli, si andrà verso la sicura spaccatura del Paese e la condanna per il Sud a una endemica situazione di fragilità economica e sociale».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x