Ultimo aggiornamento alle 18:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la storia

Arbitro di volley si dimette perché pesa troppo e scrive alla Egonu: basta misurarmi come un animale

In un post su facebook una 35enne di Catanzaro denuncia l’assurdità di un regolamento che la obbliga a controlli continui e anche umilianti

Pubblicato il: 14/02/2023 – 23:11
Arbitro di volley si dimette perché pesa troppo e scrive alla Egonu: basta misurarmi come un animale

CATANZARO  Si dimette da arbitro di volley per denunciare un regolamento che le vieta la sua passione da quando aveva 19 anni: lei si chiama Martina Scavelli, ha 35 anni, abita a Catanzaro ed ha scelto il giorno di S. Valentino per staccarsi dal suo amore più grande, la pallavolo. Il motivo è nel girovita: superiore di qualche centimetro a quello imposto dai regolamenti e così da qualche tempo la giovane è costretta a controlli umilianti, anche a sorpresa per un ruolo che neppure necessita di spostamenti in campo. La ragazza, infatti, è docente e addetta ai check video, convocata anche nelle partite di A2 maschile nella vicina Vibo Valentia. In un lungo post di denuncia Martina si rivolge alla campionessa azzurra Egonu scrivendo “tu sei nera, io sono grassa, ma non sopporto più di essere misurata e pesata come si fa con gli animali. Ho deciso di dire basta non contro la Fipav ma contro un regolamento che si basa su numeri e sotterra le emozioni. Sono grassa, si – conclude la giovane calabrese – ma di contenuti, di emozioni. Buona festa degli innamorati perché io oggi ho deciso di amarmi di più”. (Lapresse)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x