Ultimo aggiornamento alle 19:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

le indagini

L’intercettazione sulle stragi di Stato. «Ora ci dicono di ammazzare un ministro» – AUDIO

Ecco il dialogo tra Francesco Adornato e Giuseppe Ferraro registrato dagli investigatori e finito nell’inchiesta “Hybris” della Dda di Reggio

Pubblicato il: 11/03/2023 – 14:59
L’intercettazione sulle stragi di Stato. «Ora ci dicono di ammazzare un ministro» – AUDIO

REGGIO CALABRIA Il boss Pino Piromalli detto “Facciazza” «aveva composto la “commissione” costituitasi per decidere se la ‘Ndrangheta calabrese avrebbe dovuto partecipare o meno alle stragi di Stato attuate dalla mafia siciliana» nel corso della quale il boss votò attraverso Nino Pesce detto “Testuni” a favore delle stragi. Contrario, invece, il capomafia di Limbadi Luigi Mancuso. Il racconto di quell’incontro nel resort “Sayonara” a Nicotera emerge da un’intercettazione registrata il 17 gennaio 2021 dai carabinieri nell’ambito dell’operazione “Hybris” coordinata dalla Dda di Reggio Calabria. A parlare nell’intercettazione è Francesco Adornato, 72 anni, detto “Ciccio u biondu”, che si confronta con Giuseppe Ferraro, 50 anni, arrestato nel blitz. Il Corriere della Calabria è in grado di offrirvi stralci di quel dialogo. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x