Ultimo aggiornamento alle 22:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il caso

Minacce e pedinamenti dopo i rifiuti alle sue avances, condannato

Il Tribunale di Paola ha inflitto un anno e due mesi all’uomo. L’indagine partita dopo la denuncia della vittima

Pubblicato il: 05/04/2023 – 8:43
Minacce e pedinamenti dopo i rifiuti alle sue avances, condannato

PAOLA Non ha accettato i rifiuti alle sue avances di una donna e l’ha perseguitata con messaggi e pedinamenti. Il Tribunale di Paola ha condannato a un anno e due mesi di carcere un uomo del Tirreno cosentino.
L’indagato era stato arrestato, nel gennaio del 2021, perché – secondo l’accusa – dopo essersi invaghito di una sua coetanea, sentendosi rifiutato dalla stessa, avrebbe cominciato ad avere nei suoi confronti comportamenti persecutori e minatori, che costringevano la vittima a modificare le proprie abitudini di vita e ad avere timore per la sua incolumità.
La donna, rappresentata dall’avvocato Giuseppe Mandarino del foro di Paola, presentò subito una querela. Un giorno l’uomo è stato arrestato dai carabinieri mentre pedinava e bloccava la vittima sotto casa. In un primo momento, ha aggredito anche i carabinieri che poi lo hanno arrestato. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x