Ultimo aggiornamento alle 21:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’indagine

Crollo sul quarto lotto della Sila Mare, la Gdf acquisisce documenti in Regione e Anas

Le fiamme gialle – su ordine della Procura regionale della Corte dei conti – verificheranno eventuali danni erariali per la costruzione del viadotto

Pubblicato il: 10/05/2023 – 13:23
Crollo sul quarto lotto della Sila Mare, la Gdf acquisisce documenti in Regione e Anas

CATANZARO Visita dei militari della Guardia di Finanza del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Catanzaro, questa mattina, al Dipartimento Infrastrutture e lavori pubblici della Regione Calabria e nella sede Anas di Catanzaro. Motivo del controllo, al termine del quale sono stati acquisiti alcuni documenti, il crollo del ponte di Longobucco avvenuto il 3 maggio scorso sulla statale 117 Sila-Mare. Si tratta di faldoni «sull’affidamento dei lavori, le figure di riferimento nell’interesse dell’amministrazione pubblica, il collaudo e gli atti di affidamento ad Anas». Sul caso ha aperto un’inchiesta la Procura di Castrovillari, chiamata a fare luce sulle cause del collasso strutturale. L’inchiesta si annuncia complessa per la moltitudine di soggetti coinvolti nella realizzazione di opere nell’alveo del fiume e per il contenimento del rischio idraulico di tutta la strada.
Le fiamme gialle, invece, dovranno – su ordine della Procura regionale della Corte dei conti – verificare eventuali danni erariali inerenti la costruzione del viadotto crollato. Un progetto finora costato più di 100 milioni di euro, che – a voler dare un cenno storico – nasce negli anni 50 quando il sindaco di Longobucco era Giacinto Muraca e i denari pubblici venivano spesi per la bonifica del Trionto e la costruzione di una diga sul fiume Laurenzano, pure quella incompiuta. (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x