Ultimo aggiornamento alle 22:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La denuncia

Disservizi irrigui alle aziende agricole del Coriglianese, scatta la diffida – FOTO

Imprenditori sul piede di guerra per il mancato intervento sulla condotta. Inviata una lettera, tra gli altri, anche al procuratore D’Alessio

Pubblicato il: 13/06/2023 – 12:14
Disservizi irrigui alle aziende agricole del Coriglianese, scatta la diffida – FOTO

CORIGLIANO ROSSANO Sono sul piede di guerra le aziende agricole del Coriglianese per i disservizi legati alla mancata corretta erogazione del servizio irriguo alle loro attività dalla condotta del fiume Coriglianeto. Le imprese puntano il dito sul Consorzio di bonifica e per questo lanciano una diffida per provvedere al disservizio che condiziona l’operatività delle aziende.
«In seguito a ripetute, datate e circostanziate richieste d’intervento per il ripristino e l’ottimale funzionalità della condotta dell’acqua – scrivono nella lettera diffida inviata al procuratore della Repubblica di Castrovillari Alessandro D’Alessio, al maggiore dei Carabinieri di Corigliano-Rossano Marco Gianluca Filippi, al commissario straordinario del Consorzio di bonifica integrale dei bacini dello Jonio Cosentino di Trebisacce Italo Antonucci, al presidente Regione Calabria Roberto Occhiuto e all’assessore Regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo – che attraversa da monte a valle il fiume Coriglianeto nella Città di Corigliano-Rossano AU di Corigliano, che irriga molteplici aziende agricole situate sulla sponda destra e sinistra dello stesso, con la presente si diffida ed intima senza ulteriori dilazioni di tempo, il Consorzio di bonifica di Trebisacce, competente per questo territorio, nella persona del suo rappresentante legale pro tempore il Commissario Antonucci e tutti coloro che hanno responsabilità dirette ed indirette, a rendere fruibile nell’immediatezza suddetta condotta, unica fonte di approvvigionamento dell’acqua per l’irrigazione dei campi».


«In caso di ulteriori ritardi e defezioni, in qualità di proprietari di suddette aziende – concludono – ci vedremo costretti ad adire le vie legali, per accertare la responsabilità penale e civile dei soggetti competenti ad agire, al fine di vederci riconoscere i danni economici, materiali e morali che a breve ne scaturiranno».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x