Ultimo aggiornamento alle 23:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Giallo a Trieste, cadavere bendato appeso al guardrail

Il corpo ha segni di percosse e i piedi legati. È stato trovato sulla arteria a Grande velocità

Pubblicato il: 24/09/2023 – 11:50
Giallo a Trieste, cadavere bendato appeso al guardrail

TRIESTE Il cadavere di un uomo con i piedi legati, bendato e con segni di percosse è stato trovato appeso al bordo della Gvt, una arteria ad alta velocità (foto sopra da Il Gazzettino). Le indagini sono affidate ai Carabinieri. Secondo quanto si è appreso, sul cadavere sarebbero stati riscontrati anche segni di percosse e tagli. Il cadavere era sospeso all’esterno della strada, in una zona di vegetazione, poco visibile per chi transita con l’auto. A trovarlo sarebbero stati infatti tecnici dell’Anas. Sul posto, oltre ai Carabinieri, ci sono anche sanitari del 118, Polizia di Stato e vigili del fuoco. Sono giunti sul posto il pm di turno e il medico legale.

Segni di tortura sul cadavere

I vari segni che sono stati riscontrati sul cadavere fanno pensare che l’uomo potrebbe essere stato torturato prima di essere ucciso. A un primo superficiale esame – il corpo è ancora appeso nella posizione in cui è stato trovato – secondo quanto si apprende, tagli e segni di percosse sarebbero stati riscontrati soprattutto sulla testa. Il rinvenimento è avenuto poco dopo la galleria di Valmaura, in direzione di Muggia, all’altezza della Ferriera di Servola. A trovarlo sono stati i tecnici dell’Anas, giunti questa mattina per effettuare opere di manutenzione. (Ansa)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x