Ultimo aggiornamento alle 10:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il fatto

Reggio Calabria, rubati i cestini portarifiuti di piazza Sant’Anna. Merenda: «Atto incomprensibile»

La denuncia del consigliere delegato al Decoro Pubblico: «Gesto incivile che danneggia la comunità»

Pubblicato il: 11/10/2023 – 12:48
Reggio Calabria, rubati i cestini portarifiuti di piazza Sant’Anna. Merenda: «Atto incomprensibile»

REGGIO CALABRIA Sono stati rubati i cestini portarifiuti che il comune di Reggio Calabria aveva fatto installare in Piazza Sant’Anna per rendere più confortevole l’area e rispondere alle necessità di residenti e commercianti. Un fatto stigmatizzato dal consigliere comunale delegato all’Arredo urbano, Massimiliano Merenda: «L’ennesimo atto di incomprensibile inciviltà non danneggia l’Amministrazione, ma quanti vivono e frequentano, quotidianamente, una delle piazze storiche della città». «In molti – ha spiegato – animati da senso civico e rispetto per il bene comune, anche in collaborazione con l’associazione che ha aderito al progetto “Adotta il verde”, si prodigano per mantenere viva e pulita la zona sulla quale sorgono diverse attività commerciali. Tuttavia, la loro dedizione ed il loro impegno vengono sviliti da quanti si rendono protagonisti di gesta tanto indecifrabili quanto deleteri per lo spirito di comunità». «Chiaramente – ha aggiunto il consigliere comunale – ci attiveremo per ripristinare gli arredi trafugati e garantire un servizio utile alla collettività. E’ altrettanto ovvio, tuttavia, che si debba continuare a lavorare per creare una coscienza civile sana e che incontri le buone intenzioni di cittadini ligi e rispettosi di tutti. Il furto di Piazza Sant’Anna, infatti, si associa ad un altro gesto inqualificabile che, nei giorni scorsi, si è registrato lungo la scalinata del Waterfront, dove alcuni giovani, in vena di festeggiare, hanno esploso alcuni giochi pirotecnici sporcando la passeggiata e la fontana monumentale appena ripulita dagli addetti alla manutenzione». «Non è ammissibile – ha concluso Massimiliano Merenda – dover registrare, ancora oggi, azioni di strafottenza così palesi e che stridono, fortemente, con lo spirito della maggioranza dei cittadini animati da buona volontà e dall’impegno di mantenere pulizia e decoro negli spazi pubblici»

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x