Ultimo aggiornamento alle 23:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

cinema e impegno

Casadonte: «Non c’è bisogno di film appena usciti per sensibilizzare i ragazzi» – VIDEO

L’intervista del Corriere della Sera a Gianvito Casadonte dopo la serata finale del Magna Graecia Experience

Pubblicato il: 22/10/2023 – 15:52
Casadonte: «Non c’è bisogno di film appena usciti per sensibilizzare i ragazzi» – VIDEO

CATANZARO Un’intera pagina di giornale dedicata al Magna Graecia Experience che si è concluso ieri a Catanzaro. La terza edizione del progetto culturale (sostenuta da Ministero della Cultura, Calabria Film Commission e Comune di Catanzaro) ideato da Gianvito Casadonte che ha coinvolto gli studenti degli istituti scolastici superiori di secondo grado della Calabria in un ciclo di proiezioni e incontri mirati a stimolare la riflessione su argomenti di stringente attualità, è finita oggi sul Corriere della Sera. Una kermesse che quest’anno ha visto la guerra come argomento su cui dibattere con i protagonisti del cinema. Su tutti Edoardo Leo, interprete insieme a Miriam Leone di “War – La guerra desiderata” del regista Gianni Zanasi. Sul Corriere spazio anche a una lunga intervista all’ideatore del Magna Graecia Experience che è riuscito a portare ancora una volta in Calabria e davanti a una platea di giovanissimi, i grandi nomi del cinema italiano e internazionale: da Abel Ferrara appunto ad Edoardo Leo, da Marco Risi ad Andrea Maggi. «Ma sai che bello fare scuola al cinema: riflettendo attraverso il mezzo dell’audiovisivo – ha detto il direttore artistico dell’MG Expercience intervistato dal Corriere -. Quest’anno abbiamo scelto come tema la guerra, i ragazzi la scorrono molto velocemente su TikTok, subendone qualche immagine. I film invece aiutano a pensare e riflettere». «”Fortapasc” – continua Casadonte elencando i film proiettati durante l’edizione – storia dell’assassinio del giornalista scomodo della camorra Giancarlo Siani; “Fuga per la vittoria”, il docu-film “L’arte della guerra” sui danni del patrimonio artistico in Ucraina; “Storia di una ladra di bimbi” e “War – La guerra desiderata”. La cosa fantastica è che non c’è bisogno di film appena usciti per sensibilizzare i ragazzi. È vero, ormai sono abituati al 4K e alle visioni più nitide, che esistano, però in un film di più di 40 anni fa, “Fuga per la vittoria”, nel momento in cui Pelè esegue la magica rovesciata, i ragazzi in sala sono rimasti in religioso silenzio. Rapiti da quel gesto immortale del campione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x