Ultimo aggiornamento alle 17:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il “caso” politico

Rottura delle trattative tra Falcomatà e il Pd. Fine 2023 ad altissima tensione a Reggio

Il varo della nuova Giunta comunale divide il sindaco dal suo partito e da altre forze alleate, che dicono no alla linea dell’azzeramento totale

Pubblicato il: 31/12/2023 – 17:54
Rottura delle trattative tra Falcomatà e il Pd. Fine 2023 ad altissima tensione a Reggio

CATANZARO Chiusura dell’anno ad altissima tensione nella politica di Reggio Calabria. Tra il sindaco Giuseppe Falcomatà e il suo partito, il Pd, è rottura nelle trattative per la formazione della nuova Giunta, la Giunta di fine consiliatura dopo il rientro di Falcomatà al timone di Palazzo San Giorgio una volta finita la sospensione per la vicenda “Miramare”. Trattative bruscamente e furiosamente interrotte nelle ultime ore dopo che il sindaco – a quanto risulta da fonti qualificate – avrebbe respinto la proposta dei democrat di tenere nella nuova Giunta almeno 3 delle attuali 4 postazioni che il Pd detiene. Nei giorni scorsi sembrava che il dialogo tra Falcomatà e il Pd era ripreso dopo che il sindaco aveva fatto intendere di non voler proseguire nella sua intenzione di procedere all’azzeramento totale del suo attuale esecutivo eccezion fatta per il vicesindaco Paolo Brunetti, di Italia Viva, intenzione che però evidentemente – osservano diversi analisti politici – ora Falcomatà vorrebbe di nuovo concretizzare, anche al punto di forzare la mano e pregiudicare il rapporto con i democrat, che a loro volta – attraverso i propri massimi dirigenti tra cui il segretario regionale Nicola Irto – avrebbero a questo punto chiuso il canale di comunicazione con Falcomatà. Sempre secondo fonti qualificate, peraltro, anche con gli altri alleati – Iv ma anche Dp – la situazione sarebbe la stessa e infatti diventa plausibile la possibilità che Falcomatà proceda ormai in assoluta autonomia nominando la classica “Giunta del sindaco”, una mossa che potrebbe maturare nelle prossime ore, con i dem e gli altri partiti della coalizione che a questo punto darebbero un appoggio esterno. Ma è chiaro che una situazione come quella che si va delineando è esplosiva oltre a essere precaria e anche pericolosa. (c. a.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x