Ultimo aggiornamento alle 22:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il progetto

‘Ndrangheta e intimidazioni, 13mila euro al Comune di Cinisello Balsamo per la «cultura della legalità»

Protocollo sottoscritto con i Comuni di Palermo, Reggio Calabria e Mazzarino. Il sindaco: «Concetto importante per i nostri giovani»

Pubblicato il: 02/01/2024 – 12:27
‘Ndrangheta e intimidazioni, 13mila euro al Comune di Cinisello Balsamo per la «cultura della legalità»

MILANO Dall’Osservatorio sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali per il Comune di Cinisello Balsamo arrivano oltre 13mila euro, calcolati sulla base del numero di episodi di intimidazione verificatisi nel 2021 di cui è stato vittima il sindaco Giacomo Ghilardi e della popolazione residente. La Giunta ha così stabilito di destinare la somma di 6 mila euro alla realizzazione di progetti di promozione della cultura della legalità presso le Istituzioni scolastiche presenti sul territorio. Le iniziative saranno finalizzate a diffondere presso gli studenti la cultura della legalità costituzionale, della cittadinanza attiva e responsabile, della partecipazione civica e democratica alla vita della comunità. Si tratta di attività rientranti nel Protocollo approvato per la realizzazione del progetto “Insieme per la cultura della legalità” sottoscritto con il Comune di Palermo, di Reggio Calabria e di Mazzarino. Il progetto ricomprende incontri, gemellaggi, visite nei territori maggiormente colpiti dalla criminalità organizzata e dalle stragi di mafia. Nello specifico si tratterà di percorsi sulla legalità e interventi di sensibilizzazione in plenaria rivolti a studenti sui temi della responsabilità civica e della partecipazione e accordi di rete per la realizzazione di viaggi studio per le scuole cittadine. La restante parte residua, pari a circa 7 mila euro sarà destinata a progetti e interventi in corso di definizione. L’Osservatorio nazionale sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali è stato istituto nel luglio 2015 ed è presieduto dal Ministero dell’Interno con la partecipazione di qualificati rappresentanti dei Ministeri della giustizia e dell’istruzione, università e ricerca, dell’Anci e dell’Upi. «A seguito di spiacevoli episodi di cui sono stato vittima, nasce oggi qualcosa di buono per la nostra città. Grazie allo stanziamento previsto dal Ministero, giunge una somma utile da impiegare per dare un seguito concreto al Progetto sulla cultura della legalità. Un concetto importante per i nostri giovani, per il loro futuro di cittadini consapevoli e responsabili», ha spiegato il sindaco Giacomo Ghilardi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x