Ultimo aggiornamento alle 13:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Cnr di Piano Lago, scontro sulla visita di Profumo

La visita del ministro Profumo in Calabria, prevista per il prossimo weekend, rinfocola le polemiche fra il centro di Piano Lago e l`Università catanzarese. «Le private conoscenze del magnifico ret…

Pubblicato il: 14/12/2011 – 18:09
Cnr di Piano Lago, scontro sulla visita di Profumo

La visita del ministro Profumo in Calabria, prevista per il prossimo weekend, rinfocola le polemiche fra il centro di Piano Lago e l`Università catanzarese. «Le private conoscenze del magnifico rettore dell’Università Magna Grecia di Catanzaro offrono la possibilità al mondo della ricerca e delle università calabresi di incontrare il neo ministro dell`Istruzione, università e ricerca Francesco Profumo, ancora – salvo prova contraria – presidente del Cnr»: lo scrive in una nota il sindacato Usi-Ricerca. Profumo visiterà in entrambe le giornate l`ateneo catanzarese alla cui guida siede da poco Aldo Quattrone. Secondo la sigla sindacale «le nuove sedi del Cnr in Calabria e la sorte dell’Istituto di scienze neurologiche di Piano Lago – Mangone (Cosenza) sono due argomenti che di certo meritano un equilibrato e serio approfondimento con il neo ministro, che se pure amico del rettore di Catanzaro, di certo dovrebbe, nel suo ruolo istituzionale, avere a cuore le sorti dell’intera collettività, compresi gli oltre 2000 cittadini che hanno pubblicamente richiesto al Cnr e alla Regione Calabria di ripristinare al più presto il virtuoso modello ricerca-salute da sempre motore dell’Istituto di scienze neurologiche oggi bloccato per volontà del governatore Scopelliti».
Il ministro arriverà venerdì pomeriggio all`aeroporto di Lamezia Terme dove sarà accolto dal rettore dell`Università Magna Graecia di Catanzaro, che conosce il ministro da quando questi ricopriva la carica di rettore del politecnico di Torino e di presidente del Cnr, e dal presidente della Regione Giuseppe Scopelliti. «Grazie quindi al rettore Quattrone – aggiunge l`Usi-Ricerca – il titolare del dicastero avrà una partigiana e interessata visione del mondo della ricerca calabrese, non avendo l’opportunità e la possibilità di incontrare e conoscere gli Istituti del più grande ente pubblico di ricerca, che parrebbe ancora rappresentare in qualità di presidente. Parziale sarà anche la conoscenza delle Università calabresi, in quanto il ministro Profumo, guidato dal magnifico rettore Quattrone, pur recandosi a Cosenza (a proposito dove?), ad oggi non è dato sapere se visiterà il campus di Arcavacata, gli Istituti del Cnr o l’Università di Reggio Calabria».
La nota è un appello a salvare il Cnr di Piano Lago. «Sono molti gli argomenti che vorremmo affrontare con il ministro e certo non tutti dallo stesso punto di vista del cicerone calabrese – conclude il documento –. Per questo chiediamo che una delegazione dei ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche possa incontrare il ministro per ristabilire equilibrio, partecipazione e una visione della realtà a 360 gradi, dal punto di vista dei lavoratori, dei ricercatori, dei cittadini-utenti e non solo dei pochi potentati locali».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb