Ultimo aggiornamento alle 21:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Sanità, l'ottimismo della Stasi alla Conferenza delle Regioni

La presidente facente funzione della Regione Calabria Antonella Stasi ha partecipato oggi a Roma alla prima riunione della Conferenza delle Regioni presieduta da Chiamparino. Tra i temi trattati pa…

Pubblicato il: 05/08/2014 – 16:45
Sanità, l'ottimismo della Stasi alla Conferenza delle Regioni

La presidente facente funzione della Regione Calabria Antonella Stasi ha partecipato oggi a Roma alla prima riunione della Conferenza delle Regioni presieduta da Chiamparino. Tra i temi trattati particolare importanza è stata data al riparto del Fondo Sanitario Nazionale sottoscritto oggi dai Presidenti delle Regioni e che vede una crescita per la Regione Calabria di 46 milioni, passando così dai 3 miliardi e 427 milioni del 2013 ai 3 miliardi e 473 milioni del 2014. Inoltre, secondo le prime variabili stime della contabilità regionale, la tendenza alla spesa per quest’anno si potrebbe attestare intorno ai 3 miliardi e 440 milioni generando un avanzo sulla cifra stanziata di circa 30 milioni di euro. «Se venisse confermata questa previsione – si legge in una nota della giunta regionale –, grazie ai tanti sacrifici fatti negli anni precedenti, la Calabria per la prima volta potrebbe chiudere il bilancio sanitario in positivo. Un risultato che premia il lavoro del commissario ad acta Giuseppe Scopelliti e che sommato insieme ad altri fattori potrebbe portare a breve al superamento del commissariamento della Regione».

Quello dei costi standard ospedalieri è stato un altro tema su cui si è avuto un riscontro favorevole. Sono stati accolti due principi avanzati dalle Regioni del Sud ossia che nelle strutture sanitarie accreditabili con un limite di 60 posti letto sono escluse le strutture monospecialistiche mentre sarà possibile accorpare le strutture plurispecialistiche. Nel calcolo dei posti letto regionali il limite massimo è stato fissato per tutte le Regioni a 3,7 per ogni 1000 abitanti mentre per quelli relativi alla mobilità, ossia i ricoveri fuori regione, vengono conteggiati all’80% nel 2015 e al 65% nel 2016 e non al 100% come ora.

Stasi, al termine dei lavori della Conferenza, si è detta particolarmente soddisfatta soprattutto per il riparto del Fondo Sanitario Nazionale cresciuto per la Calabria: «Quanto ottenuto oggi è importante. Affiancato al percorso di risanamento intrapreso dall’inizio della legislatura da questa giunta regionale, è stato riconosciuto il buon lavoro svolto fino ad ora dalla struttura commissariale sotto la guida del Presidente Scopelliti. Se dovessero essere confermati i dati degli uffici del Commissario al piano di rientro – ha aggiunto Stasi – ci troveremo davanti a una svolta storica per la Calabria: per la prima volta chiuderebbe in positivo il bilancio sanitario. Una notizia importante soprattutto per i calabresi che vogliono una sanità che, finito il periodo di austerità, possa tornare a crescere». (0070)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb