Ultimo aggiornamento alle 21:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Mazzuca: Gangemi ha lasciato l'ospedale dell'Annunziata in coma

“La fine della gestione Gangemi all’ospedale hub dell’Annunziata, è una notizia attesa da tempo da chi, come noi e come il consigliere regionale Pd, Carlo Guccione, ha condotto in questi anni una b…

Pubblicato il: 17/08/2014 – 18:32
Mazzuca: Gangemi ha lasciato l'ospedale dell'Annunziata in coma

“La fine della gestione Gangemi all’ospedale hub dell’Annunziata, è una notizia attesa da tempo da chi, come noi e come il consigliere regionale Pd, Carlo Guccione, ha condotto in questi anni una battaglia politica senza quartiere per denunciare le scelte campanilistiche e clientelari di un manager con tanti amici nei posti che contano ma dalle dubbie capacità amministrative”. Lo afferma, in una nota, Giuseppe Mazzuca, capogruppo Pse al Comune di Cosenza.

“Dopo anni di letargo, malgoverno e colpevole sottovalutazione della situazione – aggiunge – il dg Gangemi lascia un ospedale in coma, dove l’assistenza ai degenti è delegata esclusivamente alla buona volontà dei pochi medici in servizio, con reparti chiusi, un’irrimediabile carenza di personale sanitario e con alcune situazioni limite che hanno messo in evidenza il mancato rispetto delle più elementari norme di prevenzione e buona organizzazione. Il percorso di Gangemi alla guida dell’Annunziata è una storia di fallimenti, imbarazzanti inadeguatezze e subalternità al sistema di potere politico che lo ha nominato con il preciso compito di manomettere la sanità cosentina.
Dopo la sua cura, l’Annunziata ha visto definitivamente compromessa la qualità delle prestazioni che ne aveva fatto negli anni un ospedale di riferimento regionale. La decisione della Regione di non concedergli una proroga alla guida dell’Azienda ospedaliera, oltre a rendere nulli tutti i provvedimenti firmati da Gangemi dopo il 24 luglio, compresi gli incarichi ai nuovi direttori di dipartimento, ha aperto la strada alla nomina di un nuovo direttore generale”.
“Se si vogliono evitare ulteriori danni – conclude – è necessario che il nuovo dg sia una personalità autorevole, competente e capace di affrontare con efficacia le tante emergenze lasciate irrisolte da Gangemi, cominciando col ripristinare condizioni minime di legalità e trasparenza”. (0050)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x