Ultimo aggiornamento alle 23:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Violenza sessuale di gruppo, assolti tre giovani

COSENZA Tre giovani di Montalto sono stati assolti dal giudice del Tribunale di Cosenza dall’accusa di violenza sessuale di gruppo. Marco De Biase, 26 anni, il cugino Valentino De Biase, 21 anni, e…

Pubblicato il: 14/10/2014 – 16:11
Violenza sessuale di gruppo, assolti tre giovani

COSENZA Tre giovani di Montalto sono stati assolti dal giudice del Tribunale di Cosenza dall’accusa di violenza sessuale di gruppo. Marco De Biase, 26 anni, il cugino Valentino De Biase, 21 anni, e Paolo Bruno, 22 anni, sono stati giudicati con il rito abbreviato. Secondo l’accusa – rappresentata dal pm della Procura di Cosenza, Salvatore Di Maio – i tre, lo scorso 2 maggio a Montalto, avrebbero violentato una 35enne rumena. Quella sera la donna, dopo aver cenato, sarebbe uscita assieme a un amico per comprare una ricarica telefonica e si sarebbe fermata a parlare in macchina con lui. A quel punto si sarebbero avvicinati i tre giovani di Montalto: avrebbero terrorizzato l’amico della rumena e poi avrebbero cominciato a molestarla insieme. Subito dopo, Marco De Biase si sarebbe allontanato con la donna in un magazzino dove avrebbe continuato a violentarla, mentre gli altri due si sarebbero recati a casa del convivente della 35enne e avrebbero cercato di derubarla, portando via però solo una bottiglia di vino. Nel corso della requisitoria il pubblico ministero Salvatore Di Maio ha chiesto 6 anni di carcere per Marco De Biase, 4 anni e 10 mesi per Valentino De Biase e 4 anni e 8 mesi per Paolo Bruno, tutti accusati di violenza sessuale di gruppo. Il pm ha ricostruito quanto accaduto la sera del 2 maggio scorso, facendo riferimento sia ai referti medico-legali – che attestano la violenza subita dalla vittima, che ha riportato anche diverse contusioni – e le dichiarazioni rilasciate dai tre giovani nell’immediatezza dei fatti. Per l’accusa si è trattata di una violenza in stile «arancia meccanica». 

Si attendono ora 90 giorni per conoscere le motivazioni della sentenza. Intanto la Procura di Cosenza è intenzionata a presentare ricorso in Appello.

 

Mirella Molinaro

m.molinaro@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x