Ultimo aggiornamento alle 0:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Villa San Giovanni, maxi sequestro di prodotti ittici

VILLA SAN GIOVANNI Proseguono senza sosta le attività di controllo lungo la filiera ittica disposte dal centro controllo area pesca del reparto operativo della Direzione marittima di Reggio Calabri…

Pubblicato il: 22/02/2016 – 7:01
Villa San Giovanni, maxi sequestro di prodotti ittici

VILLA SAN GIOVANNI Proseguono senza sosta le attività di controllo lungo la filiera ittica disposte dal centro controllo area pesca del reparto operativo della Direzione marittima di Reggio Calabria, in alcuni casi rientranti nella pianificazione prefettizia denominata “Focus Ndrangheta”. Nell’ambito di questa attività, la Guardia costiera di Reggio Calabria dopo alcuni giorni di continui appostamenti e di attività di intelligence con scambi di informazioni con i colleghi della capitaneria di Messina, che avevano intercettato nei giorni precedenti un altro carico di novellame, ha effettuato alcuni controlli a mezzi adibiti al trasporto di prodotti ittici. Durante un accertamento ad un furgone pronto ad imbarcarsi per la Sicilia presso gli imbarchi di Villa San Giovanni, i militari hanno rinvenuto occultate sotto altri prodotti ittici, numerose cassette di polistirolo contenenti novellame di sarda, più comunemente chiamato “bianchetto”, per un totale di oltre una tonnellata. L’autista del mezzo A.G. (47 anni), nato e residente a Messina, è stato identificato e deferito in stato di libertà alla autorità giudiziaria di Reggio Calabria, mentre l’intero prodotto ittico è stato posto sotto sequestro penale.  Si tratta di un ingente quantitativo di novellame che avrebbe potuto fruttare nel mercato oltre 20mila euro. La taglia minima delle specie ittiche è regolamentata da una dettagliata disciplina nazionale e comunitaria il cui fine principale è quello di garantire la riproduzione e , quindi , la conservazione della fauna marina .  Sempre all’interno dell’autocarro, sono stati rinvenuti altri prodotti ittici per un totale di circa 600 chili (scorfani, gamberi, seppie, merluzzi) che sono stati sequestrati in via amministrativa in quanto per come dichiarato dal trasgressore erano stati acquistati per la successiva vendita da pescatori sportivi pugliesi in località Manfredonia, fattispecie vietata dalla normativa. Oltre al sequestro amministrativo pertanto è stato elevato anche un verbale di 2.000 euro. Dopo la certificazione del dirigente medico veterinario che ne ha attestato l’idoneità al consumo umano e l’autorizzazione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, tutto il prodotto è stato donato in beneficenza ad alcuni istituti caritatevoli locali per il successivo consumo presso le mense.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x