Ultimo aggiornamento alle 11:31
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Delitto Cocò, chiesto il rinvio a giudizio per Donato e Campilongo

CATANZARO Chiesto, da parte del pm Saverio Vertuccio, il rinvio a giudizio per Cosimo Donato, 38 anni, detto “topo”, e Faustino Campilongo, 39, detto “panzetta”, accusati di essere gli autori dell’…

Pubblicato il: 20/07/2016 – 12:29
Delitto Cocò, chiesto il rinvio a giudizio per Donato e Campilongo

CATANZARO Chiesto, da parte del pm Saverio Vertuccio, il rinvio a giudizio per Cosimo Donato, 38 anni, detto “topo”, e Faustino Campilongo, 39, detto “panzetta”, accusati di essere gli autori dell’omicidio del piccolo Cocò Campilongo, tre anni, ucciso il 16 gennaio 2014, a Cassano allo Jonio, insieme al nonno Giuseppe Iannicelli (52) e alla sua compagna marocchina Ibtissam Touss (27). Le vittime, secondo quanto emerso dalle indagini, sono state uccise a colpi di pistola e poi bruciate all’interno dell’auto nella quale si trovavano.
La decisione del gup è stata rinviata per repliche al prossimo 25 luglio. Non vi sono state richieste di rito alternativo da parte dei difensori degli imputati, gli avvocati Vittorio Franco, Ettore Zagarese e Mauro Cordasco.
Secondo l’accusa contestata dalla Dda di Catanzaro, Donato e Campilongo avrebbero attirato in una trappola Giuseppe Ianniccelli, per conto del quale spacciavano droga, perché divenuto un personaggio scomodo per la cosca di ‘ndrangheta degli Abbruzzese e anche per aumentare il proprio potere criminale.

Alessia Truzzolillo
a.truzzolillo@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x