Ultimo aggiornamento alle 18:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Lottizzazioni a Briatico, archiviazione per Niglia

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vibo Valentia ha archiviato il procedimento penale a carico di Andrea Niglia, presidente della Provincia di Vibo e sindaco di Briatico, inere…

Pubblicato il: 08/01/2018 – 16:15
Lottizzazioni a Briatico, archiviazione per Niglia

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vibo Valentia ha archiviato il procedimento penale a carico di Andrea Niglia, presidente della Provincia di Vibo e sindaco di Briatico, inerente la lottizzazione “Brace-Anticaglia”, avviata ben 33 anni fa (nel 1984) dal Comune del Vibonese.
L’archiviazione, depositata dal Gip mercoledì 20 dicembre scorso, era stata richiesta dal pubblico ministero nel 2013. A distanza di oltre quattro anni è stata, dunque, archiviata la posizione di Niglia (difeso dall’avvocato Antonio Fuscà), al quale era stato imputato il reato di abuso in atti d’ufficio in concorso con altre 19 persone.
Entrando nello specifico – si legge in una nota – l’ipotesi accusatoria riguardante il rilascio di alcuni permessi a costruire in un comparto della lottizzazione non ancora urbanizzato, emessi nel 2008 dal responsabile dell’ufficio tecnico della sezione Urbanistica del Comune di Briatico – per i quali Niglia, in qualità di sindaco, sarebbe stato concorrente di reato – è venuta meno in quanto è stato accertato che il lottizzante aveva ancora un anno di tempo per completare gli edifici e le opere di urbanizzazione primaria e secondaria.
Per quel che concerne invece la delibera di proroga della lottizzazione, emanata dal consiglio comunale di Briatico nel 2011, è risultato «in maniera inconfutabile dall’esame degli atti amministrativi che l’allora consigliere di minoranza, Andrea Niglia, era assente in quella pubblica assise, insieme tra l’altro a tutti i componenti del gruppo consiliare di opposizione».
«Sono contento che anche in questa circostanza sia emersa chiaramente la mia correttezza amministrativa e istituzionale – ha dichiarato Niglia – e si è posto così fine ad utilizzazioni strumentali e pregiudizievoli di una vicenda che mi ha portato a essere iscritto nel registro degli indagati per un’accusa rivelatasi ab origine del tutto insussistente».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x