Ultimo aggiornamento alle 19:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Droga in Toscana, misura cautelare per un calabrese

In quattro sono accusati di aver costituito una rete di spaccio di cocaina nelle province di Siena e Arezzo. In carcere i proprietari di un night

Pubblicato il: 05/11/2019 – 8:50
Droga in Toscana, misura cautelare per un calabrese

SIENA I carabinieri hanno eseguito quattro misure cautelari nei confronti di tre albanesi e un calabrese, accusati di aver costituito una rete di spaccio di cocaina nelle province di Siena, in particolare in Valdichiana e nelle Crete senesi, e Arezzo. Per due, fra i quali il titolare di un night club dell’Aretino, si sono aperte le porte del carcere, mentre per agli altri complici è stato imposto l’obbligo di dimora, come disposto dal gip di Siena, Buccino Grimaldi. L’operazione, coordinata dal sostituto procuratore Nicola Marini, è scaturita dall’indagine sull’omicidio di Andrea N’Doja, albanese di 21 anni, ucciso il 9 maggio 2018 da Giulio Sale, pastore di origine sarda, condannato a 16 anni di reclusione con rito abbreviato. Dagli accertamenti tecnici era emersa l’esistenza di un gruppo di albanesi, vicini alla vittima, che gestiva un’attività di spaccio di stupefacenti: ogni mese circa due chili di cocaina pura all’80-85%, a un prezzo medio di 80-100 euro al grammo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x