Ultimo aggiornamento alle 15:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Biondo contro l'ordinanza Santelli: «Contro il virus non può esserci scontro politico»

Il segretario regionale della Uil contesta le scelte del governatore sulla riapertura anticipata rispetto a quanto stabilito dal Governo. «Il presidente deve chiarire in che modo darà attuazione al…

Pubblicato il: 02/05/2020 – 19:35
Biondo contro l'ordinanza Santelli: «Contro il virus non può esserci scontro politico»

CATANZARO «In queste ore in Calabria regnano molta confusione, disorientamento e forte preoccupazione in tanti cittadini, amministratori locali, piccoli imprenditori, lavoratrici e lavoratori. Tutto ciò la presidente Santelli non può ignorarlo, ma ha dovere di comprenderlo».E’ quanto afferma il segretario generale della Uil Calabria, Santo Biondo. «Non volendo entrare nella discussione sulla legittimità o meno, del provvedimento – prosegue Biondo – con il quale, in contrasto con il governo, ha disposto la riapertura anticipata e totale, delle attività economiche, nella nostra regione, penso tuttavia che la presidente della Regione ha il dovere di chiarire quali azioni il governo regionale, rispetto alla propria ordinanza, ha inteso mettere in campo, affinché il ritorno alla vita sociale ed economica nella nostra regione si possa realizzare nella garanzia suprema, che la salute pubblica di tutti i calabresi sarà protetta». Secondo il vertice della confederazione sindacale, «Il presidente Santelli deve chiarire con un’ulteriore ordinanza, come la Regione garantirà nei prossimi giorni, per esempio, attraverso le prefetture, l’applicazione del Protocollo sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, nei cantieri; come vigilerà affinché, in tutti i luoghi di intrattenimento sociale, bar, pizzerie e ristoranti, che sono anche luoghi di lavoro, sarà garantito il distanziamento sociale e la sicurezza di lavoratori e avventori; come si svolgerà nel rispetto delle misure di contrasto al coronavirus, la funzionalità del trasporto pubblico regionale. In questa lotta al virus un errore le istituzioni non possono commetterlo: quello di far pensare ai cittadini, attraverso i propri provvedimenti, che la battaglia con il virus è vinta». «Il governo regionale – sostiene ancora Biondo – predisponga, tra le misure sociali, la fornitura settimanale delle mascherine, da distribuire a tutti i calabresi, soprattutto a coloro che vivono in condizioni di difficoltà economiche. Questa misura sociale è già stata attivata da molti presidenti di Regione le cui realtà sociali ed economiche sono migliori dalla nostra». Secondo il segretario della Uil Calabria, infine, «è sbagliato disconoscere che in campo c’è anche il tema della ripartenza. Concentriamoci sul merito delle questioni. La battaglia contro il coronavirus non può essere una battaglia politica: da questa situazione di emergenza, ne usciremo solo se ciascuno responsabilmente si impegnerà a fare con coscienza la propria parte. Il compito di guidare e proporre è dell’istituzione regionale, che per non sbandare deve imparare a dialogare e confrontarsi. Nessuno si salva da solo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x