Ultimo aggiornamento alle 21:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Editoria in crisi per la pandemia. L’appello a Santelli: «Urge sostegno immediato»

Iniziativa, promossa dal presidente dell’Ordine dei giornalisti Soluri, per sostenere il settore dell’informazione: «Scongiuriamo la chiusura della aziende»

Pubblicato il: 19/05/2020 – 18:06
Editoria in crisi per la pandemia. L’appello a Santelli: «Urge sostegno immediato»

CATANZARO C’è l’intero mondo dell’editoria locale calabrese che è entrato fortemente in crisi a seguito dell’esplosione della pandemia. Un settore che nonostante tutto ha garantito in questi lunghi mesi di lockdown informazione tempestiva e precisa sull’evoluzione dell’epidemia in Calabria, ma che nel contempo sta soffrendo pesantemente gli effetti della crisi economica legata all’emergenza coronavirus.
Proprio per venire incontro alle difficoltà che il settore sta attraversando Giuseppe Soluri, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, sta lanciando una serie di iniziative per sottoporre all’attenzione delle istituzioni regionali questa vera e propria emergenza. Tra queste la lettera-appello rivolta alla presidente della Regione Calabria, Jole Santelli con cui si rappresenta lo stato di disagio del settore a seguito del «un tracollo degli investimenti pubblicitari, che sono sempre le prime voci di spesa soggette a taglio, da parte delle aziende durante le situazioni di crisi».
«Tali disdette – si legge nell’appello sottoscritto da decine di emittenti televisive e radiofoniche – risultano ancor più motivate dal fatto che gli esercizi commerciali e la quasi totalità delle piccole aziende sono state chiese per diverse settimane. Le emittenti radiotelevisive locali in Calabria hanno svolto, e continuano a svolgere, un ruolo importante a livello informativo, un ruolo di servizio pubblico che ascolta le esigenze peculiari del territorio».
«In questo caso – è detto ancora – se le emittenti radiotelevisive calabresi avessero interrotto le trasmissioni, come altre attività e codici Istat, ciò avrebbe comportato il venir meno del servizio informativo locale che, nell’attuale situazione emergenziale è risultato quanto mai di interesse generale. L’utilità di tale servizio, mai come in questo momento, è riconosciuta dagli stessi cittadini nonché dalle autorità locali, come comprovato dalla sorprendente impennata degli indici di ascolto del comparto, anche dovuta all’eccezionale incremento del livello produttivo dei programmi informativi territoriali».
«Le emittenti radiotelevisive – si sottolinea – sono state in prima linea nell’informazione di emergenza e hanno garantito l’informazione riguardante Covid 19 della regione all’interno degli spazi informativi nei palinsesti, con uno sforzo senza precedenti, con numeri ristretti e rigide regole da osservare, a rischio contagio degli stessi giornalisti che si sono esposti».
Da qui la richiesta d’aiuto straordinaria rivolta alla Regione seguendo precise regole. «Al fine di consentire alle emittenti radiotelevisive locali – si dice a questo proposito – di continuare a svolgere servizio di interesse generale informativo sui territori attraverso la quotidiana produzione e trasmissione di approfondita informazione locale a beneficio dei cittadini, viene eccezionalmente chiesto un contributo straordinario rivolto a tutti i concessionari radiotelevisivi presenti nel territorio regionale calabrese, da stabilire in base a parametri quali le aeree di servizio, il numero dipendenti e il volume d’affari di ogni singolo operatore, con sede in Calabria».
«Lo stanziamento che le chiediamo – conclude l’appello rivolto alla governatrice – dovrà essere erogato nel più breve tempo possibile per scongiurare il ridimensionamento del personale, il conseguente blocco dell’informazione, e in alcuni casi la chiusura totale. Siamo certi che comprenderà l’importanza di quanto richiesto, che è condizione indispensabile per salvare il settore radio-televisivo calabrese».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x