Ultimo aggiornamento alle 22:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Lavoro, incontro in Regione con Orsomarso: «I precari saranno tutti contrattualizzati»

L’assessore regionale al Lavoro ha incontrato le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative. «Abbiamo trovato risorse e un percorso per chiudere con il precariato storico»

Pubblicato il: 07/09/2020 – 17:53
Lavoro, incontro in Regione con Orsomarso: «I precari saranno tutti contrattualizzati»

CATANZARO Il tema dell’emergenza occupazionale legata al Covid-19, il piano di investimenti e le politiche attive per il lavoro, la stabilizzazione del precariato storico regionale e la situazione dei tirocinanti, sono stati gli argomenti al centro di una riunione, durata quasi 4 ore, che l’assessore al Lavoro Fausto Orsomarso ha tenuto oggi in cittadella regionale con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative dopo un primo sit-in organizzato proprio questa mattina.  
L’assessore Orsomarso, introducendo l’incontro, ha presentato in sintesi gli interventi che la Regione dovrà presentare al governo sul Recovery fund, ed ha chiesto ai sindacati la presentazione di proposte sulla direttrice dell’innovazione e della semplificazione. Le parti hanno poi discusso del precariato storico, manifestando soddisfazione per la definizione dei bacini di lavoratori appartenenti alle leggi 12, 15, 31 e 40, e per le relative contrattualizzazioni e stabilizzazioni per chi ha già un contratto a tempo determinato. Sul percorso di stabilizzazione degli ex Lsu/Lpu, l’assessore Orsomarso si è impegnato a sollecitare al ministro del lavoro l’atteso decreto attuativo. Più in generale l’incontro di oggi è stato finalizzato all’apertura di un confronto tra Regione e sindacati, strutturato e programmato che, attraverso l’operatività dei Tavoli tecnici, abbia l’obiettivo di riordinare il mercato del lavoro calabrese e chiudere la stagione del precariato pubblico regionale. Per quanto riguarda il settore pubblico, si è discusso dell’apertura di una nuova fase di politiche attive del lavoro in linea con i fabbisogni professionali del mondo produttivo, al fine di costruire percorsi di lavoro privato stabile e di qualità. Al termine, l’assessore e le organizzazioni sindacali hanno convenuto sulla necessità di mettere la parola fine al precariato in Calabria garantendo la fuoriuscita dal tirocinio dei soggetti interessati, consapevoli che tutti sono chiamati a dare il loro reale contributo in termini di chiarezza ed effettiva fattibilità dei percorsi di contrattualizzazione. Infine, i sindacati hanno rappresentato la necessità di una calendarizzazione degli incontri sui temi delle politiche attive del lavoro.
I TIROCINANTI «Quella dei tirocinanti – ha detto l’assessore – è una problematica che viene dal passato ed è stata sempre affrontata anche nella tempistica nel modo più sbagliato, tanto è vero che oggi li ho affrontati insieme al precariato. Si è stabilito così di fare un documento unitario da inviare al ministero del Lavoro. Speriamo che il ministro venga in Calabria a settembre per dare delle risposte e che siano differenziate perché Miur, Mibact, Giustizia e i Comuni hanno caratteristiche differenti».
FINE DEL PRECARIATO «C’è già un percorso per chiudere il precariato storico, è una buona notizia. Per la prima volta nella storia, penso, i precari saranno tutti contrattualizzati. Abbiamo trovato risorse e un percorso per chiudere con il precariato storico».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x