Ultimo aggiornamento alle 17:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

«Il centro ippico di Catanzaro non è abbandonato»

I consiglieri provinciali di maggioranza di Catanzaro replicano al consigliere regionale Francesco Pitaro: «Non appena saranno terminati gli interventi, verrà integrata e aggiornata l’agibilità del…

Pubblicato il: 11/09/2020 – 16:42
«Il centro ippico di Catanzaro non è abbandonato»

CATANZARO «Rispetto alle preoccupazioni evidenziate dal consigliere regionale Francesco Pitaro, relative al degrado in cui versa la Valle dei Mulini, sorge l’esigenza di chiarire alcuni aspetti per portare alla luce lo stato reale delle cose». Lo affermano, in una nota, i consiglieri provinciali di maggioranza di Catanzaro rispondendo a quanto sostenuto ieri dal consigliere regionale Francesco Pitaro.
«Attualmente – aggiungono i consiglieri – quella è una semplice area cantierizzata. I lavori previsti sono la copertura del campo e la realizzazione delle gradinate. Sono state completate le fondazioni, ma a causa dell’emergenza sanitaria il materiale occorrente per la copertura non è arrivato nel tempo previsto. Lo scorso anno, ricorda bene il consigliere Pitaro, è stata effettuata la tappa nazionale del circuito classico di salto ad ostacoli di equitazione, ma tutto questo è stato possibile solo perché la ditta che esegue i lavori ha restituito temporaneamente alla Provincia l’area cantierizzata. Quest’anno, sempre per via dell’emergenza Covid-19, la stessa manifestazione non si è tenuta. Vogliamo tranquillizzare il consigliere Pitaro sul fatto che non appena saranno terminati gli interventi, verrà integrata e aggiornata l’agibilità della struttura e a seguire sarà indetto un bando pubblico per la gestione della stessa. L’area è tutt’altro che abbandonata ed è intenzione dell’Amministrazione provinciale renderla fruibile, oltre che per le gare nazionali e internazionali di equitazione, anche per scopi didattici e terapeutici».
«Ringraziamo il consigliere regionale – concludono i consiglieri – per i preziosissimi consigli che ci ha fornito sulle azioni da intraprendere, ma è solamente per motivi non dipendenti dalla volontà dell’Amministrazione provinciale se i lavori si sono protratti oltre le previsioni. Ed è proprio per questi motivi che il presidente Abramo lavora ininterrottamente al fine di trovare le soluzioni più ottimali ai problemi che coinvolgono gli Enti da lui gestiti, come ad esempio quello che riguarda la riapertura in massima sicurezza delle scuole. Questioni, ne converrà l’onorevole Pitaro, non proprio di poco conto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x