Ultimo aggiornamento alle 20:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Una città sospesa, il “caso Lamezia” a 20.20

Il nostro talk di approfondimento è dedicato al voto nella città della Piana. Mascaro: «Grandi risultati dalla differenziata». Piccioni: «Non mi pare siano stati compiuti passi avanti». In onda que…

Pubblicato il: 16/12/2020 – 18:20
Una città sospesa, il “caso Lamezia” a 20.20

LAMEZIA TERME Nuovo appuntamento con “20.20”, l’approfondimento televisivo del Corriere della Calabria in onda questa sera alle 21 su L’altro Corriere tv,canale 211 del digitale terrestre. Questa sera al centro del talk show condotto da Danilo Monteleone e Ugo Floro, il caso Lamezia Terme. In studio il sindaco della città della piana, Paolo Mascaro e Rosario Piccioni, esponente dell’opposizione di centrosinistra in consiglio comunale. 
Com’è noto, nel municipio della quarta città della Calabria da poche ore si è insediato un nuovo commissario prefettizio, Giuseppe Priolo, che dovrà traghettarlo fino all’esito della ripetizione delle elezioni in quattro delle 78 sezioni dove il voto è stato recentemente invalidato da una sentenza del Tar per irregolarità nelle operazioni di scrutinio.
Una nuova tegola, dunque, per Lamezia che Paolo Mascaro si è detto convinto di superare rispettando il percorso della giustizia e per questo ha spiegato di non aver proposto ulteriore ricorso al Consiglio di Stato. 
«Così come non mi sono costituito in giudizio, anche ora attendo l’esito della vicenda, penso infatti che la città abbia finalmente bisogno di serenità e certezze».
L’ex primo cittadino ha poi espresso il proprio rammarico per una interruzione che ferma, ma solo momentaneamente, un percorso amministrativo «che ha restituito centralità a Lamezia e ottenuto grandissimi risultati come quello sulla raccolta differenziata aumentata di quasi 30 punti percentuali».

Di tenore radicalmente opposto l’analisi del consigliere di opposizione, Rosario Piccioni, che valuta la descrizione e i risultati narranti dall’ex sindaco come la riproposizione del solito libro dei sogni.
 «La gestione della pandemia ci ha imposto uno spirito unitario, ma la città non mi sembra che abbia compiuto passi in avanti». Sulla sentenza del Tar e sulle irregolarità che hanno determinato l’ennesimo stop amministrativo, l’ex candidato a sindaco di centrosinistra, ha indicato come particolarmente inquietante quanto accaduto in una delle sezioni dove si dovrà votare nuovamente: «Nella sezione 78 mancano all’appello 3 schede vidimate, inutile negare che queste modalità alimentano in genere il cosiddetto sistema della scheda ballerina».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb