Ultimo aggiornamento alle 21:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Giustizia, Cisal: «Tirocinanti calabresi ancora penalizzati»

Giuseppe Persico della segreterie regionale del sindacato autonomo attacca il ministero: «Lavoratori precari esclusi dai concorsi per un vizio di forma. Disparità non tollerabile»

Pubblicato il: 18/12/2020 – 9:40
Giustizia, Cisal: «Tirocinanti calabresi ancora penalizzati»

CATANZARO «Non resteremo a guardare inermi l’ennesima discriminazione perpetrata nei confronti dei tirocinanti della giustizia regionali esclusi, di fatto, da tutti e due i bandi di concorso indetti dal Ministero della Giustizia per il reclutamento di 3.700 unità di personale non dirigenziale per i profili di cancelliere esperto e operatore giudiziario». Lo dichiara Gianluca Persico della segreteria regionale calabrese della Cisal che aggiunge: «Non è più tollerabile, per un vizio di forma, assistere a questa disparità di trattamento tra lavoratori che, seppur finanziati da percorsi diversi, alcuni ministeriali e altri regionali, hanno operato fianco a fianco maturando le medesime competenze. Dove sta la differenza?».
«Bisogna porre un rimedio – conclude Persico – a questa vera e propria discriminazione, altrimenti queste persone, dopo essersi formate, aver dato tanto all’interno degli uffici giudiziari non hanno e non avranno nessun tipo di opportunità lavorativa con la “L” maiuscola».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb