Ultimo aggiornamento alle 9:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Tanti "nodi" (ancora) da sciogliere, aggiornato il tavolo del centrosinistra

Nel week end in programma un’altra riunione online tra i partiti della coalizione, M5S e movimenti civici in vista delle Regionali. Discussione “avvelenata” dall’incoerente atteggiamento di Tansi

Pubblicato il: 18/12/2020 – 10:25
Tanti "nodi" (ancora) da sciogliere, aggiornato il tavolo del centrosinistra

CATANZARO Aggiornamento alle prossime ore, per fare decantare il clima e schiarirsi ancora di più le idee. Secondo quanto riferiscono fonti accreditate, si è concluso così il secondo tavolo del centrosinistra, composto dalle forze di governo a livello nazionale – dal Pd al M5S, da Italia Viva ad Articolo 1 – e allargato a forze e movimenti civici come le Sardine e Calabria Aperta di Nicola Fiorita. La riunione, convocata al solito online dal commissario regionale del Pd, Stefano Graziano, è durata circa 3 ore e – come anticipato ieri – è stata caratterizzata all’inizio dalla polemica innescata da Carlo Tansi, fondatore di “Tesoro Calabria”, che dopo aver rifiutato di partecipare al primo tavolo ha invece presenziato al secondo, contraddicendo clamorosamente la sua linea contraria a quello che lui stesso definisce il “partito unico della torta”, salvo poi subito abbandonare i lavori nel momento in cui la sua autocandidatura alla presidenza non sarebbe stata presa in considerazione.
La polemica avrebbe ovviamente “avvelenato” il clima del tavolo, che comunque avrebbe proseguito il confronto chiudendo a notte fonda. Secondo quanto si è appreso, nel corso della riunione il Pd avrebbe proposto la creazione di due gruppi di lavoro, uno per l’elaborazione del programma elettorale e un altro per la definizione del profilo del candidato alla presidenza della Regione, proposta che gli alleati si sarebbero riservati di approfondire, mostrandosi nel complesso piuttosto scettici perché – avrebbe riferito più di un partecipante al tavolo – il primo “nodo” da sbrogliare è capire se la coalizione debba avere soprattuto un impianto prettamente politico, considerando la presenza di forze che fanno del populismo il loro tratto distintivo. Inoltre, restano all’interno di alcune forze della coalizione, segnatamente Pd e Movimento 5 Stelle, ancora molte tensioni interne. Da qui l’esigenza per il tavolo di aggiornarsi nelle prossime ore.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x