venerdì, 26 Febbraio
Ultimo aggiornamento alle 11:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L'abnegazione in "inferiorità numerica" dell'Ortopedia dello spoke di Corigliano Rossano

Il reparto opera con la metà degli ortopedici previsti per un bacino d’utenza di 200mila abitanti. «Speriamo che i commissari alla sanità regionale e dell’Asp di Cosenza se ne accorgano»

Pubblicato il: 18/01/2021 – 19:25
L'abnegazione in "inferiorità numerica" dell'Ortopedia dello spoke di Corigliano Rossano

di Luca Latella
CORIGLIANO ROSSANO Poco importa se un reparto sia in “inferirità numerica”, l’importante è assolvere al proprio compito, anche quando c’è da operare un paziente affetto dal virus Sars-Cov-2.
Capita, quindi, che l’Unità operativa complessa di Ortopedia e traumatologia dello spoke di Corigliano Rossano operi – con successo – una degente ricoverata nel reparto Covid, ma che lo stesso reparto, nonostante le competenze, la preparazione e l’abnegazione, debba fare quotidianamente i conti con l’ormai atavica carenza di personale, divenuta cronica da anni.
L’ortopedia coriglianorossanese serve un bacino d’utenza di 200mila abitanti con soli quattro ortopedici a disposizione sugli otto previsti dal piano aziendale. Effettua con non pochi sacrifici i servizi di degenza, di reperibilità h24, di ambulatorio traumatologico e attività chirurgica.
L’intervento effettuato oggi dal direttore incaricato della Uoc di Ortopedia e Traumatologia, Giuseppe Arturo Celestino e Giuseppe Policriti con l’equipe chirurgica dedicata di Ortopedia e l’equipe di Anestesia e Rianimazione, rientra ormai in quella routine che gli ortopedici si augurano possa continuare a restare tale, auspicando, però, man forte.
«Speriamo che la nuova governance sanitaria regionale, il commissario ad acta Guido Longo e il neocommissario della Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina, provvedano con l’attuazione di concorsi a sanare, quanto prima, questa carenza atavica di personale sanitario e su cui vigili attivamente il sindaco della terza città calabrese, affinché questa giusta richiesta si concretizzi, per ridare la dignità che merita a questo martoriato territorio», è il pensiero unanime degli ortopedici. (l.latella@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb