Ultimo aggiornamento alle 17:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

degrado e criticità

«Strade aspromontane in completo degrado». La denuncia del comitato “Ci siamo rotti” – FOTO

Molteplici i tratti di strada soggetti a frane, smottamenti o veri e propri cedimenti strutturali. Presentato un esposto in Procura

Pubblicato il: 04/02/2021 – 17:44
di Danilo Monteleone
«Strade aspromontane in completo degrado». La denuncia del comitato “Ci siamo rotti” – FOTO

OPPIDO Il comitato è sorto spontaneamente ed abbraccia il territorio di dieci comuni e quasi quarantamila abitanti, abbraccia e non raggiunge perché spostarsi qui è un cimento non di poco conto. Il tema è quello delle strade divenute groviere, della viabilità trasformatasi nel tempo da occasione in limite, da strumento di vicinanza in ostacolo da superare, con buona pace di “motoristici cavalli” e gioia forse nel ripensare agli affidabili asini. “Camminare, scriveva Calvino,  presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi”, previsione azzeccata a queste latitudini, le strade cambiano nel senso che peggiorano ed anche chi le percorre muta arrivando al punto da trasformare la rassegnazione in rabbia, la protesta in disgusto, l’indignazione in formale denuncia.

Il Comitato

Il nome del comitato, in questo senso, la dice lunga sugli stati d’animo “Ci siamo rotti”, facile immaginare le parole che seguirebbero. Le foto ed i video raccontano di una situazione che ha dell’incredibile e determinata, scrivono i componenti del comitato in un lettera al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla Città Metropolitana di Reggio Calabria ed alla Regione, lettera trasformata in esposto alla Procura della Repubblica di Palmi.

«Stato di completo degrado»

Per i componenti del comitato «la rete stradale dell’intera area aspromontana e pre-aspromontana si trova in uno stato di completo degrado dovuto principalmente all’incuria o, peggio, al disinteresse reiteratamente manifestati dagli enti preposti alla manutenzione». «Tutto ciò – aggiungono – in palese violazione dell’art. 14 del Codice della Strada  che impone, agli enti proprietari, cautele specifiche al fine di garantire “fluidità e sicurezza” della circolazione stradale». L’elenco delle doglianze è lungo e chi denuncia osserva come «non risultino lavori di pulizia delle cunette e ciò determina, ad ogni temporale, il perenne riversamento nelle strade di tutto quel materiale e quei detriti che invece dovrebbero defluire a bordo strada (…) in fase successiva alla verificazione dei danni l’intervento della città metropolitana è pressoché insussistente».

Frane e smottamenti

Molteplici per il comitato “Ci siamo rotti” sono i tratti di strada soggetti a frane, smottamenti o veri e propri cedimenti strutturali ed in nessuno di questi sono stati effettuati interventi di ripristino, una situazione resa ancor più grave dal fatto che alcune delle arterie stradali interessate sono percorse  anche dalle ambulanze. Le situazioni di criticità, come sembrano testimoniare le foto, non sono adeguatamente segnalate, gli incidenti ed i danni sono numerosi, le carreggiate prive di linee di delimitazione. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x